Reggio Calabria
 

Reggio: Legambiente e Scout insieme per pulire i fondali di Catona

Mattinata all'insegna dell'ambiente sulla spiaggia di Catona. Il Circolo Legambiente di Reggio Calabria e il Gruppo Scout Agesci Catona 1 guidato dai capi reparto Caterina Bueti e Francesco Cacciola, con il supporto di AVR, hanno organizzato un'iniziativa finalizzata alla pulizia di un tratto di spiaggia sul lungomare di Catona.

La storica campagna di Legambiente "Spiagge e fondali puliti" ha sposato l'attività degli scout di Catona, proponendo una testimonianza di impegno diretto sul territorio e azioni di sensibilizzazione sul tema ambientale.

Un gesto civile che esprime il senso di appartenenza ai luoghi in cui viviamo e la consapevolezza che senza partecipazione non è possibile migliorare la qualità ambientale e culturale dei nostri territori. Un monito per quanti offendono impunemente le nostre bellissime spiagge e il mare trattandoli come una discarica a cielo aperto.

I rifiuti, per la maggior parte plastica, che finiscono nel mare e sulle spiagge costituiscono un'emergenza ambientale ormai nota. Se non si interverrà in maniera decisa, secondo le più recenti proiezioni scientifiche, nel 2050 in mare ci saranno più rifiuti di plastica che pesci. E il Mediterraneo è una delle aree più colpite al mondo: ogni giorno finiscono in mare 731 tonnellate di rifiuti (dati UNEP).

L'iniziativa è stata preceduta da giochi didattici e spazi di confronto sui temi della raccolta differenziata, sul problema dell'abbandono in spiaggia dei rifiuti e sul ciclo alimentare dei pesci. Il Presidente Nicoletta Palladino e i soci del circolo Legambiente Stefania Pascuzzo, Roberto Comandè e Nino Iannì, partendo dalla storia di Italo Calvino e dalle "Città invisibili", hanno affrontato il tema della tutela ambientale e dell'ecosistema marino. Non ultimo è stato ricordato l'esempio del Capitano Natale De Grazia, un difensore del mare che ha pagato con la vita il suo amore per l'ambiente e per la legalità.