Reggio Calabria
 

Reggio, una cerimonia per rendere merito agli studenti finalisti alla XVI edizione delle “Olimpiadi Italiane di Astronomia

Una cerimonia ufficiale per rendere merito agli studenti degli Istituti della Città Metropolitana di Reggio Calabria, finalisti alla XVI edizione delle "Olimpiadi Italiane di Astronomia".
Il Sindaco della Città Metropolitana di Reggio Calabria, Giuseppe Falcomatà, ha voluto a Palazzo Alvaro, nella Sala Mons. Ferro, i giovani partecipanti al prestigioso concorso internazionale, che ha concluso la tappa nazionale con un grande successo dei nostri ragazzi.
I numeri la dicono lunga sulla conoscenza e sulle capacità degli studenti, così come sull'impegno di Istituzioni, Istituti e genitori, complici di queste affermazioni, insieme a Planetario Pythagoras della Città Metropolitana, coordinato dalla professoressa Misiano, per la sua azione didattica, culturale e di divulgazione scientifica, punta di diamante dell'intero territorio, riconosciuto a livello nazionale.
Su 80 finalisti, 16 provengono dalla Metro City; su 16 finalisti italiani, 8 sono reggini.
Sono stati finalisti Maria Antonietta Ferraro, Natalino Attinà, Federico Cangeri, Cosimo Cicco, Domenico Maisano, Ruggero Britti, Alexia Verduci.

Hanno vinto il concorso Marco Carbone dell'Istituto Statale "Carducci - da Feltre" di Reggio Calabria; Dimitrov Mihail, I.C. Statale "Giovanni XXIII", Villa S. Giovanni; Davide Geria, Scuola Sec. di I Grado Statale "Galluppi-Collodi-Bevacqua", Reggio Calabria; Antonino Morgante, I.C. Statale "Campo Calabro – San Roberto"; Luigi Sorrentino, I.C. Statale "F.S. Alessio, Contestabile" Taurianova; che hanno occupato ben cinque posti sui sei totali assegnati, per la categoria Junior 1.
Poi, Vittoria Altomonte, del Liceo Scientifico Statale "Euclide" di Bova Marina, per la categoria Junior 2; Andrea Labate e Angelo Latella del Liceo Scientifico e delle S.A. Statale "Leonardo da Vinci" di Reggio Calabria; Vincenzo Sorrentino, Liceo Scientifico e delle S.A. Statale "M. Guerrisi" di Cittanova, per la categoria senior.
Vittoria Altomonte e Andrea Labate sono stati, inoltre, selezionati per far parte della squadra italiana che rappresenterà il nostro Paese alle prossime olimpiadi Internazionali nello Sri Lanka.
A premiare i ragazzi, con il Sindaco Falcomatà, il Dirigente Usp Pasqualina Zaccheria, il delegato metropolitano all'Istruzione Demetrio Marino, il delegato metropolitano alla Cultura Filippo Quartuccio, il consigliere metropolitano Eduardo Lamberti Castronuovo, il delegato comunale alle politiche giovanili Saverio Anghelone, l'assessore all'istruzione Anna Nucera. L'incontro è stato coordinato dal portavoce del Sindaco metropolitano Marcello Condorelli.
Unanimi tutti gli intervenuti nell'attribuire questo grande merito, oltre che ai ragazzi, primi protagonisti di questa sfida tramutatasi in successo, a tutti coloro che li hanno sostenuti, in taluni casi con grandi sacrifici.
"I successi non arrivano per caso, se raggiungiamo questi ambiziosi traguardi è anche grazie alle Istituzioni - sono state le parole della professoressa Misiano -. Grazie alla Città Metropolitana e al Sindaco Falcomatà che ci sostiene, anche economicamente, mettendoci il cuore, e questo fa la differenza".
Il planetario Pythagoras è stato annoverato tra le 50 strutture di eccellenza in Italia.
"Ho voluto una cerimonia istituzionale d'alto livello – ha affermato il Sindaco parlando direttamente ai ragazzi – perché vogliamo premiarvi per i risultati che avete conseguito e dirvi grazie perché siete la nostra immagine positiva, la dimostrazione che con impegno e studio ce la si può fare; ci dimostrate che il pensiero comune, la narrazione negativa e l'immagine talvolta tribale, che mediaticamente si dà della nostra provincia, si può stravolgere. Voi veicolate la nostra immagine migliore. Il merito premia sempre e non devono esserci scorciatoie".
Il sindaco ha inoltre accennato ad altro grande orgoglio reggino, Marcello Fonte, vincitore del prestigioso Festival di Cannes come migliore attore.
La cerimonia si è conclusa con la consegna delle targhe ai dirigenti scolastici e un atlante astronomico ai ragazzi.