Reggio Calabria
 

Reggio, l’Osservatorio Ambientale “Diritto per la vita” riprende i monitoraggi delle acque potabili

Lunedì 14 u.s. l'Osservatorio ha ripreso i campionamenti delle acque potabili per una verifica periodica della qualità relativamente al contenuto ed eventuale determinazione dei metalli pesanti.
L'attività è iniziata, grazie al prezioso supporto del personale SoRiCal, con i prelievi dell'acqua captata dalla subalvea del Torbido e precisamente ai campi pozzi di Marina di Gioiosa, Gioiosa Ionica e Mammola oltre a tre fontane pubbliche di Mammola, la cui identificazione è stata suggerita dall'Ufficio Tecnico del rispettivo Comune.
La scelta di iniziare da questo ambito è stata dettata dalle preoccupazioni sorte a seguito della pubblicazione di notizie allarmanti sul contenuto di arsenico nelle acque della vallata, che, sebbene rientrante nel limite di concentrazione consentito dalla legge di 10 µg/L (microgrammi/litro), secondo quanto previsto dal D.Lgs 31/2001, è presente nel prezioso liquido in quanto nel Comune di Mammola esistono dei giacimenti naturali di arsenopirite che furono anche sfruttati in tempi passati. Si controllerà, quindi, che i valori si mantengano entro tali limiti. Appena ricevuti gli esiti delle analisi di laboratorio provvederemo a renderli pubblici.
Arturo Rocca- Presidente Osservatorio