Reggio Calabria
 

Reggio, tanti visitatori per la Manifestazione “Alla scoperta di Motta Sant’Agata. Visita guidata tra storia, leggende, arte e natura”

L'iniziativa svoltasi domenica scorsa 13 maggio: "Alla scoperta di Motta Sant'Agata. Visita guidata tra storia, leggende, arte e natura" organizzata dalla "Pro Loco Reggio Calabria San Salvatore", con il patrocinio del Comune di Reggio Calabria, ha richiamato l'attenzione di numerosi visitatori provenienti anche dalla vicina Provincia di Vibo.
A partire dalle ore 16.00 sino al tramonto, lungo il sentiero che si snoda tra le rovine dell'antica città di Motta Sant'Agata, incastonata tra i borghi di Cataforio e San Salvatore, i volontari della Pro Loco hanno accolto centinaia di visitatori, che, scaglionati in piccoli gruppi per garantire una migliore fruibilità, hanno potuto ammirare e scoprire le testimonianze ancora poco conosciute che il sito conserva.
Sono stati narrati, con dovizia di particolari, episodi storici documentati e leggende popolari patrimonio dell'antica città, la cui storia cessò improvvisamente il 5 febbraio 1783, quando un violento sisma la distrusse, ma che, nonostante tutto, ancora conserva testimonianze importanti del suo passato.

I visitatori, di ogni età, hanno dimostrato grandissimo interesse, confermando quello che da anni la Pro Loco sostiene, ossia che il sito, per la bellezza delle testimonianze architettoniche e artistiche, e per l'incontaminato ambiente naturalistico che conserva, potrebbe diventare, in seguito ad una adeguata campagna di scavo, uno degli attrattori turistici principali della città, nonché uno dei parchi archeologici medievali più estesi del Sud Italia.
Graditissima la presenza di Irene Calabrò, assessore con delega alla valorizzazione del patrimonio storico-artistico-archeologico e paesaggistico della città, assieme al funzionario Daniela Neri, che hanno dimostrato da sempre, grande sensibilità ed interesse verso il luogo.
Un plauso quindi ai numerosi volontari, che con grande impegno e attaccamento al proprio territorio, hanno proposto questa lodevole iniziativa, per far rivivere e conoscere il glorioso passato santagatino, confermando le potenzialità di un luogo ancora tutto da scoprire.