Reggio Calabria
 

RSU, il bilancio del SUL: “Confermato il percorso di radicamento sul territorio”

Le elezioni delle RSU, tenutesi la scorsa settimana, confermano il percorso positivo di radicamento del SUL sul territorio regionale.

Esprimiamo soddisfazione per i risultati ottenuti in alcuni luoghi chiave e strategici del pubblico impiego nella nostra Regione.

In particolare sottolineiamo la presenza del SUL nel Comune di Cosenza (con l'elezione di 2 rappresentanti, Vincenzino Aiello e Virgilio Caruso) e negli uffici della Giunta Regionale, dove il SUL riesce a conquistare la rappresentanza con il proprio responsabile Raffaele Corsi. È la prima volta che il SUL presentava le liste in quei posti ed i risultati ottenuti, oltre ad essere merito dei candidati e degli eletti, consegna la richiesta di un sindacalismo effettivamente autonomo ed indipendente da ogni potentato.

Altrettanto significativi sono gli esiti del voto presso la Provincia di Catanzaro, nella quale il SUL raddoppia la rappresentanza nonostante la diminuzione consistente del numero di RSU da eleggere e nei posti di lavoro nei quali viene riconfermata bene la presenza del SUL nella pattuglia delle RSU elette: l'ASP di Reggio Calabria e i Comuni di Cittanova e Locri.

Non altrettanto soddisfatti si può essere del risultato ottenuto al Comune di Reggio Calabria, nel quale il SUL ha avuto una flessione significativa, pur mantenendo una forte rappresentanza. Non c'è dubbio che abbia pesato molto la dolorosa perdita di Consolato Rieto, un grande sindacalista del SUL, dipendente comunale e RSU eletto con una marea di preferenze nelle elezioni precedenti. Bisogna, però, riconoscere che i dipendenti elettori ci hanno dato un segnale chiaro che ci obbliga a riflettere e correggere i nostri errori, con il pieno coinvolgimento dei dipendenti, a cominciare dai nostri candidati.

Tuttavia il risultato complessivo ci infonde ulteriore speranza che possa avere successo il nostro lavoro per un ulteriore allargamento del radicamento territoriale del SUL in tutta la Regione, nei grossi centri cittadini come nelle realtà periferiche, ovunque ci siano persone che hanno necessità di un sindacato che sviluppi lotta e tutele.