Reggio Calabria
 

Politica, Ieraci (Nuovi orizzonti per il Sud): "Continua fase di stallo in Calabria"

"Mentre a Roma si "discute" sul modo per fare un governo che possa "almeno" cambiare la legge elettorale e riportare l' Italia alle urne, garantendogli stabilità e governabilità, in Calabria continua la fase di "stallo" in cui versa l intera Regione. Con un PD dilaniato al suo interno, da correnti e correntuccie che si scagliano contro il "loro" governatore Oliverio considerato l artefice del fallimento, la Calabria scende sempre più in basso. Possibile che l attuale classe dirigente sia così miope da non capire che il cambiamento è necessario? Non bisogna cambiare le Giunte per andare avanti, bisogna avere un idea, costruire un progetto e realizzarlo non campare alla giornata". Lo afferma Roberto Ieraci Presidente Associazione Culturale " Nuovi Orizzonti per il Sud".

"Manca ahimè al momento un concreto e serio programma di sviluppo e rilancio della nostra Regione sopratutto per la Locride. Perché non si parla concretamente di Sanità ( l ospedale di Locri è sempre più in affanno e le tante promesse fatte per potenziarlo e colmare le carenze di personale non sono state mantenute) , di Infrastrutture ( abbiamo strade antiquate e insicure, la rete ferroviaria sta diventando sempre più un ricordo, gli investimenti per la modernizzazione sono fermi da anni) di lavoro ( Non riusciamo ad attrarre investimenti e quel poco di turismo ed agricoltura che ce non riesce a colmare il gap) , dei giovani ( I giovani sono stati abbandonati a se stessi e quindi si trovano costretti ad emigrare vedendosi preclusa qualsiasi prospettiva di crescita)e già impazza invece il toto-presidente o assessore per le prossime elezioni regionali?Il mezzogiorno è stato cancellato dalle agende di governo , manca un idea, una visione che possa dare la svolta. Abbiamo un enorme potenziale turistico da sfruttare che ci permetterebbe di impiegare forza-lavoro per diversi mesi dell' anno, un patrimonio storico che ci invidia tutto il mondo ma purtroppo non riusciamo a farlo decollare".

"Io spero che al di là degli schieramenti politici, la nostra classe dirigente riesca a dare un segno tangibile ed una scossa per ri-svegliare il nostro territorio. Non abbiamo bisogno di proclami , siamo stanchi della solita minestra riscaldata. Vogliamo essere messi in condizione di poter esprimere il nostro potenziale e non passare alla storia per quelli che hanno vissuto di assistenzialismo. La nomina della Dott.ssa Fragomeni ad Assessore della Giunta Regionale con delega al Bilancio ,alla quale vanno i miei più sinceri auguri di buon lavoro, spero possa essere da volano per l intero comprensorio".