Reggio Calabria
 

Candidatura Parco Aspromonte all’Unesco. Siclari (FI): “Dobbiamo mettere in moto tutte le energie positive per non perdere nessuna occasione”

«La ricchezza rappresentata dal Parco nazionale dell'Aspromonte è uno degli elementi cardine su cui occorre seriamente puntare se si vuole veramente rilanciare Reggio e la Calabria intera. Ecco perché, come già annunciato in campagna elettorale, sostengo la candidatura del Parco all'Unesco Global Geoparks (Rete dei Geoparchi mondiali Unesco)».

Con queste parole il senatore Marco Siclari ha segnato una grande apertura di sostegno a un percorso che non può che portare prestigio a tutta la Calabria.

«Ho più volte ribadito come, davvero, alla nostra terra non manchi niente per puntare a grandi risultati soprattutto in termini di turismo e, dunque, di occupazione. La realtà del parco dell'Aspromonte non fa che confermare questa mia convinzione. Le sue caratteristiche geologiche e morfologiche ci consentono di puntare su questa candidatura con fermezza perché basata su solide basi, come solida è la storia geologica del nostro parco – ha confermato Siclari – Dal mio canto, non posso che sposare l'iniziativa portata avanti dal presidente Bombino e, dopo l'avvio dei lavori al Governo, sostenere concretamente questa candidatura affinchè le meraviglie racchiuse nel nostro parco siano finalmente riconosciute a livello internazionale come patrimonio dell'Unesco».

Per Siclari l'Unesco Global Geoparks è senza dubbio lo strumento ideale per intraprendere un percorso di valorizzazione del patrimonio geologico in stretta connessione con il patrimonio naturale e culturale nella medesima area che prevede un'azione sinergica di valorizzazione geo-culturale e geo-naturale che può consentire importanti ricadute in termini sociali ed economici nel Geoparco.

«Possiamo e dobbiamo mettere in sinergia tutte le forze necessarie per dare alla nostra terra una possibilità di sviluppo che passa, senza ombra di dubbio, dal sanare la grave ferita della disoccupazione e per faro abbiamo una sola chance: il turismo. L'ho ribadito in diverse occasioni perché ne sono convinto, la nostra Calabria deve cambiare volto e saper vendere le proprie ricchezze e attrarre flussi economici diversificati anche dall'estero. La candidatura del parco dell'Aspromonte all'Unesco rientra, a mio avviso, in quella strategia di rilancio e promozione del territorio che tutti gli enti e le istituzioni dovrebbero fare proprie collaborando per dare alla Calabria la possibilità che merita. – ha concluso il senatore Siclari – Dal turismo nasce occupazione e il Parco è una delle tante meraviglie che la nostra terra ci offre. Dobbiamo mettere in moto tutte le energie positive, che sono tante, per non perdere nessuna occasione».