Reggio Calabria
 

Illuminazione pubblica a Bagnara Calabra, l'Amministrazione Comunale dice stop agli sprechi

Per cambiare rotta e far rinascere un paese bisogna sempre partire dal quotidiano, da quelle piccole ma grandi cose che incidono notevolmente sul bilancio di un Comune. È questo che l'amministrazione di Bagnara Calabra, guidata dal sindaco Gregorio Frosina, sta mettendo in atto affrontando le passo dopo passo le criticità del paese, partendo in primis dal risanamento delle casse comunali. I primi interventi, volti a ottenere questo risultato, sono stati programmati per incidere sui gravi sprechi che in molti settori si sono ritrovati al momento dell'insediamento. Partendo da questa pressa, dalla necessità di porre fine agli sprechi continuando comunque a fornire servizi migliori attraverso scelte di sostenibilità tecnica, amministrativa, finanziaria e ambientale, l'amministrazione ha aderito a un'importante convenzione con la Consip partecipando a un bando specifico per i comuni che hanno accolto positivamente tale convenzione. Questa scelta consentirà un risparmio di energia elettrica, già nel breve/medio termine, e il rifacimento, messa a norma della pubblica illuminazione.

Entrando nel dettaglio di questa scelta politica che mira al risparmio dei costi e all'adeguamento degli impianti, nasce a seguito di una sperimentazione con 200 lampadine a led. Le dimensioni e lo stato della rete di pubblica illuminazione nonché la carenza di mezzi e di personale e la mancanza di fondi, sono condizioni che non hanno permesso di attuare una simile operazione con mezzi propri. Sulla base di questi elementi, gli uffici hanno eseguito una dettagliata analisi della proposta elaborata dalla Consip evidenziandone il risparmio, l'efficacia e la sostenibilità. Con delibera di giunta, infatti, l'amministrazione Frosina, ha aderito a una convenzione della durata di nove anni, che prevede interventi di manutenzione straordinaria, riqualificazione energetica e nuovi impianti su tutti il territorio comunale. Il tutto porterà un risparmio economico e ad avere un moderno impianto di illuminazione.

Va rilevato che l'amministrazione era tenuta, per legge, ad approvvigionarsi utilizzando questo tipo di convenzioni proprio perché ritenute essenziali per l'adeguamento delle reti di illuminazione pubblica.

L'obiettivo è senza dubbio ridurre la spesa e offrire un servizio migliore e questo rappresenta senza dubbio il primo passo per raggiungere tale traguardo. Lo Stato ha messo sempre a disposizione mezzi e normative per migliorare i servizi di ogni Comune ma deve esserci una volontà e un'azione politica seria, che mira al bene della città, per sfruttare adeguatamente gli strumenti esistenti per un rilancio concreto che non gravi sulle casse comunali. Questo, per l'amministrazione Frosina, significa amministrare come "il buon padre di famiglia", utilizzando tutte le risorse necessarie per dare boccate d'ossigeno a un paese lasciato soffocare per anni, vessato anche da costi salatissimi di servizi, come nel caso dell'illuminazione, non adeguati alle reali esigenze. Uno stop agli sprechi per illuminare Bagnara.

Grazie a questa scelta, infatti, si potrà risparmiare dando luce a tutte le vie di Bagnara, anche quelle fino ad oggi lasciate al buio, con l'istallazione di lampade led a basso consumo. Meno costi più servizi, è questo il motto che l'amministrazione Frosina vuole continuare a portare avanti.