Reggio Calabria
 

A Siderno (RC) conferenza sul tema della diga sul Lordo

Nell'ambito del progetto ASOC (A Scuola di OpenCoesione), il team Freedam, composto dai ragazzi della 4E del Liceo Scientifico "Zaleuco", ha deciso di organizzare in data 20 marzo 2018, alle ore 11:00, una Conferenza Stampa nella Sala Consiliare del Comune di Siderno, per presentare la propria ricerca riguardo la diga sul torrente Lordo. ASOC coinvolge ogni anno oltre 180 scuole in tutto il Paese, impegnandole in un percorso di didattica multidisciplinare della durata di 5 mesi, in cui gli studenti sono chiamati a mettere in atto tutte le proprie competenze acquisite nell'iter scolastico, mediante un'azione di monitoraggio civico su un progetto in cui sono stati investiti fondi stanziati dalle Politiche di Coesione dell'Unione Europea. Tale attività consente agli studenti di svolgere un ruolo di cittadinanza attiva e consapevole sul proprio territorio. Quest'anno il Team Freedam ha preso in esame il POR Calabria "Acquedotti delle dighe del Metramo e del Lordo a servizio della fascia costiera ionica e tirrenica della provincia di Reggio Calabria. Opere di adduzione - schema Siderno e Locri".

Lo scopo di questa visita di monitoraggio è quello di coinvolgere le autorità competenti, gli enti preposti e i cittadini per risolvere le problematiche riguardanti la Diga di Timpa Pantaleo e le opere di adduzione. Problemi strutturali hanno causato lo svuotamento dell'invaso e impedito lo sviluppo agricolo (e non solo) di un'economia territoriale già precaria. Alla Conferenza Stampa di giorno 20 marzo saranno presenti i rappresentanti delle Istituzioni, tecnici esperti, nonché una rappresentanza delle associazioni preposte alla tutela dell'ambiente e del turismo nella Locride. L'increscioso stato in cui versa la Diga sul Lordo è noto un po' a tutti: è completamente asciutta dal 2013 e nel 2016 ne è stato addirittura celebrato il funerale. L'obiettivo di questa visita di monitoraggio del Team Freedam sarà quello di fare un po' di chiarezza su una questione per la quale si sono spesi fiumi di soldi e di parole.