Reggio Calabria
 

Museo di Reggio Calabria “luogo di…vino” grazie all’iniziativa della Camera di Commercio

Reggio Calabria "luogo di...vino": Storia, tradizione ed evoluzione di una risorsa economica e culturale della Città Metropolitana, è l'incontro promossoquesto pomeriggio dalla Camera di commercio in collaborazione con il Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria per valorizzare la migliore produzione enologica della Città Metropolitana di Reggio Calabria e favorirne la conoscenza e l'apprezzamento in ragione delle peculiarità dei nostri vini, della storia e del legame con il territorio.

L'iniziativa, che si è svolta nello splendido scenario della terrazza del Museo, ha preso avvio con un momento seminariale dedicato ad approfondire le peculiarità e la storia del vino ed il suo ruolo quale risorsa economica e culturale del territorio della Città Metropolitana, che ha visto, dopo i saluti del Direttore del Museo Carmelo Malacrino e del Presidente della Camera Antonino Tramontana, gli autorevoli contributi di Maurizio Cannatà, Funzionario Archeologo MArRC, Marco Poiana, dell'Università Mediterranea di Reggio Calabria, Carmelo Romeo, Delegato provinciale ONAV Organizzazione Nazionale Assaggiatori di Vino e Pierfrancesco Multari Vicepresidente Associazione Italiana Sommelier Calabria.

A seguire, l'Esposizione dei vini a DO e IG della Città Metropolitana di Reggio Calabria, cui hanno aderito le seguenti imprese: Casa vinicola Criserà, Azienda agricola Nesci, Società agricola f.lli Zagarella, Cantine f.lli Lavorata, Battaglia vini srl, Terre Grecaniche, Visalli Diego, Baccellieri Maria, Latella Flavio, Viglianti Maria Immacolata, Enopolis Bivongi srl, Vozzo Teresa, Ielasi Ferdinando.

L'iniziativa si è chiusa con la degustazione dei vini curata dall'Onav (Organizzazione Nazionale Assaggiatori di Vino) e dall'AIS (Associazione Italiana Sommelier).

Grande soddisfazione, a conclusione dell'evento è stata espressa dal Presidente della Camera Tramontana: "Camera di commercio e Museo hanno collaborato assieme per realizzare questa importante iniziativa di valorizzazione e promozione delle eccellenze enologiche del nostro territorio che abbiamo voluto rivolgere in particolare agli operatori della ristorazione, enoteche ed esperti del settore, perché sono i soggetti che maggiormente possono aiutare ed orientare il consumatore nella scelta dei nostri vini, favorirne l'accostamento alla gastronomia locale e stimolare le aziende della ristorazione al consumo".

Il Direttore del Museo Malacrino ha espresso l'apprezzamento per la "condivisione delle strategie per la promozione del territorio calabrese". "In questi due anni dalla riapertura– ha affermato – il Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria ha contribuito molto a rinnovare l'immagine della città. Ma siamo soltanto all'inizio di un cammino di convergenza di tutte le energie culturali ed economiche positive. L'Art Bonus, il credito d'imposta per le imprese che finanziano progetti di conservazione del patrimonio culturale, offre la possibilità ai privati di supportare le attività del Museo, nell'auspicio di una crescita di sensibilità nella partecipazione al sostegno del principale attrattore culturale della regione".