Reggio Calabria
 

Il Restauro di San Michele Arcangelo della Fondazione Piccolo Museo San Paolo (RC)

Un restauro che diventa cantiere, racconto, ricerca e divulgazione: è questo e molto altro l'intervento di recupero in atto sul prezioso dipinto "San Michele Arcangelo che uccide il drago", punta di diamante di quello scrigno di arte e memoria che è il Piccolo Museo San Paolo di Reggio Calabria.

Il restauro è in corso presso i locali della Fondazione Piccolo Museo San Paolo e può dirsi uno tra gli interventi di conservazione più delicati realizzati in Calabria, vista l'importanza della tavola lignea. L'opera, scoperta nella seconda metà del '900, è stata difatti riconosciuta come uno dei pochissimi esempi di pittura tardogotica nella nostra regione e, per pregio artistico e valore storico, viene identificata in Calabria quale "testimonianza più significativa della cultura figurativa nella prima metà del Quattrocento". Promosso dalla Fondazione e finanziato attraverso il PAC Calabria 2017 Azione 3 tipologia B – Valorizzazione della cultura calabrese e delle personalità di rilievo della storia della regione - il restauro è condotto dalla dott.ssa Anna Arcudi, laureata presso l'Istituto Superiore per la Conservazione e il Restauro di Roma, in collaborazione con il prof. Roberto Saccuman, docente presso l'ISCR e specialista nel risanamento dei supporti lignei. L'intervento sull'opera è svolto sotto l'alta sorveglianza della Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per la Città Metropolitana di Reggio Calabria e Provincia e prevede una serie di azioni rivolte al territorio, con il cantiere aperto, visite didattiche e attività di studio.

L'idea di questo progetto nasce proprio dal proposito di riportare al centro dell'interesse un'opera di alto valore artistico che rischia, come molti importanti beni che appartengono al nostro patrimonio, un lento deterioramento non solo della "materia" ma anche della "memoria". Il restauro dell'opera più importante custodita presso la Fondazione Piccolo Museo San Paolo di Reggio Calabria, questo meraviglioso dipinto su tavola raffigurante "San Michele Arcangelo che uccide il drago", oltre a garantire la tutela, la conservazione e la valorizzazione dell'importante manufatto diventerà occasione imperdibile per una più approfondita conoscenza del manufatto, per dare visibilità all'Ente che lo custodisce ma soprattutto all'inestimabile patrimonio artistico che la Calabria detiene: questa la volontà della Fondazione. Oltre a un cantiere didattico, si realizzeranno una campagna fotografica, seminari di studi e convegni per divulgare i dati emersi dal progetto. La comunicazione del progetto è affidata alla start-up innovativa Pmopenlab srls.

Crediti del progetto:

Il restauro del San Michele Arcangelo è il progetto vincitore del PAC 14/20 - Asse 6 Azione 6.7.1 con ente proponente Fondazione Piccolo Museo San Paolo di Reggio Calabria, restauro a cura di Anna Arcudi ed intervento sul supporto ligneo di Roberto Saccuman

Videospot: https://youtu.be/ZQkhI-uhevw

Pagina FB: https://www.facebook.com/RestauroSanMicheleArcangelo/