Reggio Calabria
 

Rosarno (RC), gli studenti del “Piria” a scuola di "vigilanza ambientale" con la Guardia costiera

Nel contesto di uno specifico protocollo d'intesa Nazionale di recente stipulato tra Ministero dell'Istruzione – Università – Ricerca in collaborazione con il Ministero dell'Ambiente Tutela del Territorio e del Mare e con il Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera, si è svolto a cura della Capitaneria di Porto di Gioria Tauro presso il Liceo Scientifico Raffaele Piria di Rosarno, un seminario di studi avente a tema problematiche di salvaguardia e tutela ambientale, con particolare riferimento ai compiti istituzionali di vigilanza e Polizia Ambientale svolti dal Corpo nei vari contesti marittimi e costieri in base alle numerose Leggi e Regolamenti nazionali ed internazionali che affidano alla Guardia Costiera queste specifiche funzioni di difesa ambientale. La preside, prof.ssa Mariarosaria Russo, che ha introdotto e coordinato i lavori, nel dare il benvenuto al STV Santuccio Fabrizio ed al Maresciallo Caterina ha precisato che l'iniziativa divulgativa a favore degli studenti è ricompresa tra i più ampi obiettivi della 5^ Campagna Nazionale di tutela ambientale promossa dai Ministeri, che punta a rivalutare il ruolo delle giovani generazioni ritenendo quale efficace forma di prevenzione propriamente l'opera di sensibilizzazione culturale e il richiamo di attenzione sulle varie problematiche di salvaguardia ambientale sia di carattere generale, sia quelle che interessano i territori locali e le specifiche realtà costiere.

Al seminario, moderato dalla prof.ssa Arianna Messineo, erano presenti circa duecento studenti e vari docenti, che hanno manifestato grande apprezzamento e interesse verso le tematiche affrontate. Molteplici gli argomenti sviluppati, tra cui le varie fonti di inquinamento e le emergenze di impatto ambientale derivanti dalle varie attività antropiche, i relativi rischi derivanti a danno del mare e del territorio, gli interventi di controllo degli organi competenti, concetti di ecosistema, di biodiversità, di sviluppo sostenibile, di patrimonio ambientale e capitale naturale, analizzati sia in linea generale che contestualizzati nel bellissimo territorio locale delle nostre coste calabresi . I lavori sono iniziati dopo l'ascolto della canzone Sorella Terra di Laura Pausini il cui testo è una sommessa preghiera dedicata al nostro pianeta. In un'ottica multidisciplinare alcune studentesse hanno spaziato con le loro considerazioni dalle affermazioni di filosofi , politici , scrittori e librettisti ad Anna Frank e Ghandi . Interessante e molto apprezzato l'intervento dell'alunna Alessia Bulzomì sul concetto di uomo –natura e sulla possibilità di ristabilire l'equilibrio per salvaguardare il pianeta favorendo al contempo il progresso scientifico.
L'iniziativa prevede inoltre la partecipazione a un concorso scolastico nazionale per le classi che hanno seguito il seminario: i migliori lavori saranno valutati e premiati dal Ministro dell'Ambiente secondo le specifiche indicazioni del bando di concorso che è stato diramato a tutti gli Uffici Scolastici regionali.