Reggio Calabria
 

Barca (FI): “A Reggio ha vinto lavoro di squadra. Alle Regionali candidato fra personalità autorevoli dell’area Calabria Sud”

"Nel porgere i migliori auguri a tutti i neo Deputati e Senatori eletti di Forza Italia nonché ai neoconsiglieri regionali che subentreranno alla Regione, colgo l'occasione per complimentarmi con i tanti amministratori, dirigenti e militanti che in Provincia di Reggio Calabria nel corso di questa campagna elettorale si sono impegnati in modo compatto, come testimoniato dai risultati raggiunti".
Lo scrive Vincenzo Barca, Responsabile Enti Locali Forza Italia Provincia di Reggio Calabria e Vice Sindaco Oppido Mamertina.

"I consensi ottenuti da Forza Italia e dal centrodestra non sono frutto del caso, ma di anni di lavoro sul campo e dell'attività di tante buone amministrazioni che nelle varie realtà locali ogni giorno si spendono per dare risposte ai nostri cittadini. Per questo motivo, anche nella mia qualità di Responsabile per gli Enti Locali dell'ambito Provinciale della Città Metropolitana di Reggio Calabria, mi preme ringraziare tutti coloro i quali, compreso ad esempio il gruppo Forza Italia 21 Ottobre in maniera molto responsabile, hanno dato il proprio contributo.
In Provincia di Reggio Calabria è stato proprio il nostro lavoro di squadra, le cui origini vengono da anni di impegno sui territori, che ha funzionato e desta sinceramente rammarico che gli stessi risultati non si siano ottenuti altrove, dove purtroppo la prova di Forza Italia è stata nettamente al di sotto delle aspettative. In generale, al di là della buona prova, considerate le diverse variabili in campo, credo che Forza Italia potesse dare molto di più e sia indefettibile avviare una seria riflessione.
Paghiamo, obiettivamente, le troppe divisioni che nel corso del tempo sono state acuite, indebolendo Forza Italia e dando linfa ad altre realtà politiche. Paghiamo delle scelte che avrebbero dovuto essere più oculate nella compilazione delle liste elettorali, che non hanno consentito di ottenere vittorie là dove c'erano tutte le condizioni per poterlo fare. Paghiamo, l'assenza di una vera idea di Partito, un Partito in cui si rispettano le regole e le storie personali, dove valgono i principi e le gerarchie, dove ci si riunisce, ci si confronta e si decide insieme. Tutto questo Forza Italia non lo è stato, e sarebbe da ipocriti continuare a negarlo.
In Provincia di Reggio Calabria, benché si sia sentita l'assenza di una struttura organizzata che facesse da collante fra la forza politica e i cittadini, siamo riusciti a sopperire a questo gap grazie al lavoro instancabile di tutti, in testa i candidati, come per esempio il mio Sindaco Mimmo Giannetta, che hanno incessantemente lavorato mettendoci il cuore e l'anima. C'è una nuova realtà, che sta cambiando il volto ai canoni della politica, portando a disorientare i cittadini che sono giustamente delusi, da quanto visto specialmente negli ultimi tempi. Se a tutto questo non fa seguito una fase di confronto finalizzato alla riorganizzazione però, è ovvio che le prospettive future saranno catastrofiche.
A tale situazione di criticità va data la giusta considerazione con la serietà ed il coinvolgimento di tutte le forze propositive che il centrodestra ha perso strada facendo, il rispetto delle regole e la buona politica che sono essenziali per dare risposte ai territori e nel contempo utili per raccogliere il consenso. Proprio quel consenso che per Forza Italia ed il centrodestra, specialmente nella Circoscrizione Calabria nel collegio Calabria Nord, è venuto meno, se si pensa che in città come Cosenza, Corigliano, Castrovillari o Crotone 1 cittadino su 2 ha votato i pentastellati. Per ripartire bisogna fare autocritica ed analizzare i dati di quest' ultima tornata elettorale, per capire cosa non è andato e soprattutto avere la consapevolezza che la politica si fa con i numeri, non con quelli che si danno, ma con quelli che si ottengono. Ragion per cui, il prossimo candidato a Presidente, per il centrodestra alla Regione Calabria, sarebbe auspicabile, nella massima condivisione di tutti, individuarlo tra le personalità autorevoli del collegio Calabria Sud".