Reggio Calabria
 

A Taurianova un importante piano di intervento atto a massimizzare l’efficienza del sistema idrico di distribuzione urbana

Il Comune della Piana sarà oggetto di un importante piano di intervento atto a massimizzare l'efficienza del sistema idrico di distribuzione urbana.
Il progetto, finanziato dalla Regione Calabria nell'ambito del P.O.R. Calabria F.E.S.R. 2007/2013, per un importo pari a circa 2 milioni e 500 mila euro, è finalizzato all'ingegnerizzazione della rete idrica di distribuzione urbana e a lavori di manutenzione e infrastrutturazione della rete, funzionali al miglioramento della gestione del servizio di distribuzione idrica e concorrenti alla riduzione delle perdite.
«Un altro risultato importante – commenta il sindaco Fabio Scionti –, che premia il puntuale e alacre lavoro dell'Amministrazione comunale, che consentirà all'Ente di dismettere la rete idrica obsoleta e di attuare una nuova e omogenea politica di gestione del servizio idrico». «Nel breve-medio termine – afferma il primo cittadino - verranno attuate essenziali azioni per l'efficientamento del Servizio idrico, attraverso considerevoli interventi strutturali, l'installazione di contatori di nuova generazione, e tante altre azioni indispensabili al miglioramento della gestione dell'esercizio della rete».

Dopo l'avvenuta approvazione del progetto preliminare – che si svilupperà come un appalto misto di servizi e lavori accessori con prevalenza di servizi - gli uffici comunali sono, dunque, al lavoro in collaborazione con gli uffici regionali, per avviare la fase esecutiva che comprende un primo stadio di analisi della rete idrica urbana di distribuzione, che sarà seguito dalla creazione di un database contenente tutte le informazioni rilevate, per poi passare al rilievo dei contatori di utenza al fine di rendere effettiva la riduzione delle perdite amministrative e quindi la riduzione dei fenomeni di abusivismo e il corretto utilizzo della risorsa.
Dopo questa prima fase, sarà sviluppata un'analisi risolutiva, con l'individuazione, il dimensionamento e la verifica funzionale delle opere necessarie per risolvere le varie anomalie esistenti. Le tipologie di interventi possibili sono: rifacimento delle condotte critiche; realizzazione di nuovi trochi per la risoluzione di locali criticità; realizzazione di nuove condotte di distribuzione per l'alimentazione di alcuni distretti o per il riequilibrio della pressione.
Completati i lavori di riparazione puntuale e di risanamento, si potrà procedere alla misura del recupero idrico.
La realizzazione dei lavori strutturali prevede, infine, la manutenzione straordinaria, tendente al risanamento strutturale e al recupero della funzionalità ed efficienza della rete, che verrà sviluppata applicando le moderne tecnologie ingegneristiche di monitoraggio, distrettualizzazione e modellazione della rete.