Reggio Calabria
 

Dieni (M5S): "Il sindaco di Reggio Calabria si occupi del Campo Coni"

«Il Campo Coni di Reggio Calabria versa in uno stato di abbandono a tutto vantaggio delle strutture private e nell'indifferenza dell'amministrazione Falcomatà». È quanto dichiara la deputata del Movimento 5 Stelle Federica Dieni.
«Il Comune di Reggio, malgrado i ripetuti annunci – prosegue la parlamentare –, non è stato in grado di portare a termine la ristrutturazione di una delle più grandi strutture sportive pubbliche della città, la più importante per discipline quali l'atletica leggera. Attualmente, il Campo Coni è privo di spogliatoi e può "vantare" ingresso e recinzioni pista del tutto fatiscenti. L'amministrazione, inoltre, ha speso circa 60mila euro per l'affitto di bagni chimici, soldi che, se spesi con oculatezza e lungimiranza, avrebbero potuto essere utilizzati per ristrutturare al meglio i locali destinati agli atleti».


«È il caso di ricordare – continua Dieni – che il Campo Coni del rione Modena è a tutt'oggi l'unico punto verde comunale dove i ragazzi possono praticare sport in modo gratuito. Non vorremmo che la colpevole incuria di cui è vittima la struttura rientri in una precisa quanto non esplicitata logica volta a favorire i centri sportivi privati».
«L'amministrazione Falcomatà – conclude la deputata 5 stelle – ha il dovere di dare risposte urgenti a tutti gli sportivi e amatori che da quasi 50 anni usufruiscono di una struttura che rappresenta un pezzo importante della storia sportiva di questa città. Sull'argomento ero già intervenuta nel 2014, tramite una interrogazione parlamentare rivolta al ministero dei Beni e delle Attività culturali, ma da allora poco o nulla sembra essere cambiato».