Reggio Calabria
 

Cassazione annulla con rinvio ordinanza per Teodoro Mazzaferro

La quinta sezione penale della Corte di Cassazione, Lapalorcia presidente e Pistorelli, ha accolto il ricorso di Teodoro Mazzaferro ritenuto il capo promotore dell'associazione Piromalli e anima imprenditoriale della cosca. I difensori, gli avvocati Aricó, Contestabile e Alvaro, avevano sostenuto la gracilità dell'impianto accusatorio che si sorreggeva su generiche dichiarazioni di collaboratori di giustizia le quali trovavano ampia contraddizione in una imponente attività di indagine difensiva trascurata dal Tdl di Reggio Calabria. La Corte di Cassazione, ritenendo fondate le censure difensive, ha annullato l'ordinanza impugnata disponendo un nuovo esame a Reggio Calabria. Mazzaferro, precedentemente era stato scarcerato nell'ambito dell'inchiesta che lo vede indagato per l'omicidio del barone Musco.