Reggio Calabria
 

Una lucerna da Motta San Giovanni (RC) alla mostra “Ebrei, una storia italiana”

Dal 13 dicembre 2017 al 16 settembre 2018, al Museo Nazionale dell'Ebraismo Italiano e della Shoah (MEIS) di Ferrara, si terrà la mostra "Ebrei, una storia italiana. I primi mille anni", a cura di Anna Foa, Giancarlo Lacerenza e Daniele Jalla. L'esposizione di fatto costituisce il primo segmento del percorso permanente del MEIS e comunica in modo originale l'unicità della storia dell'ebraismo italiano, descrivendo – per la prima volta con tale ampiezza – come la presenza ebraica si sia formata e sviluppata nella Penisola dall'età romana (II sec. a.C.) al Medioevo (X sec. d.C.) e come gli ebrei d'Italia abbiano costruito la propria peculiare identità, anche rispetto ad altri luoghi della diaspora.

Tra gli oltre duecento oggetti – molti preziosi e rari –, fra i quali manoscritti, incunaboli e cinquecentine, epigrafi di età romana e medievale, anelli, sigilli, monete, amuleti poco noti o mai esposti prima, prestati da musei italiani e stranieri di primo piano, spicca la lucerna giudaica decorata a stampo con il simbolo della menorah rinvenuta il secolo scorso a Motta San Giovanni-Lazzaro , custodita presso i locali dell'Antiquarium Leucopetra di Motta , dipendente dalla Soprintendenza ABAP di Reggio Calabria e inventariata come reperto del Museo Civico di Reggio Calabria. Grazie anche al Comune capoluogo che ha consentito il prestito, la lucerna è esposta nella sezione "La Magna Grecia ebraica – dal I al VII sec. d.C."