Reggio Calabria
 

Reggio, Assessore Calabrò: "Comune non dovrà affrontare alcun rimborso in merito alla tassa sui rifiuti"

Rispetto alle numerose richieste, anche di tipo informativo, per il rimborso sul pagamento della TARI (Tassa Rifiuti) per l'anno 2014, fondate sulle presunte irregolarità applicative da parte del Comune di Reggio Calabria delle previsioni legislative riferite alle utenze domestiche, l'assessore comunale al Bilancio e Tributi del Comune di Reggio Calabria, Irene Calabrò ha rilasciato la seguente dichiarazione:
«Il Comune di Reggio Calabria non dovrà affrontare alcun rimborso ai contribuenti in merito alla Tari. Abbiamo effettuato le dovute verifiche sull'applicazione della quota variabile, riferita ad un solo immobile, e ci risulta corretta. Questo ci conferma la legittimità del nostro operato e il rispetto delle regole».

«In riferimento alle pertinenze dell'abitazione - precisa l'assessore Calabrò - il Comune ha correttamente computato la quota variabile una sola volta in relazione alla superficie totale dell'utenza domestica, intesa quale la somma dei metri quadri dell'abitazione e delle relative pertinenze».

«Inoltre, giova evidenziare – conclude l'assessore Irene Calabrò - che il pagamento della Tari non è assoggettato all'imposta sul valore aggiunto (IVA), trattandosi di un'entrata tributaria e non corrispettiva di un servizio».

Le tariffe TARI applicate dal Comune di Reggio Calabria sono regolarmente pubblicate sul sito internet istituzionale www.reggiocal.it e su quello della RE.G.E.S. s.p.a. www.reges.it e possono tra l'altro essere riscontrate dagli avvisi già in possesso dei contribuenti.