Reggio Calabria
 

Reggio, Tramontana (A Testa alta): "Solidarietà a tutti i commercianti gallicesi. Tramontana punta di un iceberg molto più profondo"

"L'attentato incendiario nei confronti dell'azienda vinicola del presidente provinciale di Confindustia, Ninni Tramontana, rappresenta l'ennesimo atto intimidatorio nei confronti di commercianti storici ed onesti del comprensorio gallicese. Come componente della commissione politiche giovanili del comune di Reggio Calabria, intendo portare la mia solidarietà non solo all'amico Ninni, imprenditore eccellente del nostro territorio, ma anche a tutti quei commercianti che nell'ultimo periodo sono stati colpiti con la stessa violenza ma godono di minore visibilità mediatica".
E' quanto sostiene Massimiliano Tramontana, Componente commissione politiche giovanili-A Testa Alta per Reggio.

"Infatti nell'ultimo mese, risultano essere più di una mezza dozzina le attività colpite con gesti simili.

Da cittadino gallicese, impegnato da sempre nel sociale, questa escalation criminale non può lasciarmi indifferente. Gallico infatti, nonostante ricada nella periferia nord della città, è sempre stato considerato un territorio tranquillo e vivibile, dove poter condurre la vita quotidiana con serenità e circondati da innumerevoli servizi. Proprio per questa sua fama il nostro territorio è riuscito ad espandersi e a diventare una comunità culturalmente ed economicamente molto produttiva.

Il mio augurio è che il nostro paese continui a distinguersi per le sue eccellenze, che continui a produrre generazioni di imprenditori e di classe dirigente come Ninni Tramontana e che non cada nell'oblio che contraddistingue tante periferie calabresi.

Rivolgo il mio più sentito abbraccio a tutti i commercianti Gallicesi e invito tutte le associazioni, il mondo cattolico e tutti i cittadini onesti a prendere coscienza del fatto che bisogna alzare la testa e riscoprire il valore di fare comunità. Solo uniti possiamo far tornare il nostro territorio luogo attrattivo e di civile convivenza".