Reggio Calabria
 

Traguardo raggiunto per due ospiti dello Sprar di Cinquefrondi (RC)

Nel progetto SPRAR di Cinquefrondi continua il percorso di formazione e di integrazione socio – lavorativa degli ospiti del progetto di accoglienza. Due beneficiari di origine pakistanasono stati selezionati per partecipare ad un progetto di orientamento professionale e di inclusione lavorativa, denominato "LOCUS"(Learning knowledge and basedactionOrientedContents for a UsefulIncluSion). Tale progetto è realizzato, in collaborazione con il servizio centrale SPRAR, dalla Fondazione Adecco per le Pari Opportunità che da oltre 15 anni sviluppa percorsi di integrazione al lavoro rivolti a persone in condizioni di svantaggio e dall'UNHCR, l'Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati che da oltre 65 anni tutela i diritti dei rifugiati.

Il progetto, che si svolgerà dal 20 al 24 novembre, è rivolto a 20 persone titolari di protezione internazionale segnalate dagli SPRAR della Regione Calabria e prevede un corso di orientamento al lavoro realizzato sia con colloqui individuali che con attività di gruppo.

L'obiettivo fondamentale del programma è favorire l'inclusione lavorativa dei partecipanti attraverso l'acquisizione di conoscenze sul funzionamento del mercato del lavoro in Italia e dei principali strumenti per una ricerca attiva del lavoro. Allo stesso modo, attraverso gli incontri, gli operatori della fondazione Adecco guideranno i beneficiari alla definizione dei propri obiettivi professionali e alla realizzazione di un piano di azione volto ad aumentare le proprie possibilità occupazionali.

Tra le numerose candidature, i due ospiti dello Sprar di Cinquefrondi sono stati scelti dopo aver sostenuto un colloquio individuale e un test di valutazione della conoscenza della lingua italiana. I beneficiari, ospitati a Cinquefrondi da circa un anno, hanno mostrato particolare interesse a partecipare al percorso di orientamento professionale riuscendo a superare positivamente il colloquio selettivo grazie anche al loro costante studio della lingua italiana, curato da una docente qualificata.

Quotidianamente l'equipe multidisciplinare si occupa di fornire assistenza legale, sociale, sanitaria, didattica, linguistica e tecnica ai beneficiari attraverso attività di accompagnamento e di orientamento volti a favorire l'integrazione e l'inclusione nella comunità locale.