Reggio Calabria
 

Il Cardinale di Cuba in visita a Palmi (RC)

Si è celebrata ieri, nella Chiesa della "Santa Famiglia" di Palmi, la messa officiata dall'Arcivescovo emerito de L'Avana, Jaime Lucas Ortega, e da don Pasquale Pentimalli. Un gemellaggio Palmi-Cuba, che sigla per la terza volta la visita di Ortega a Palmi ed il favore di un'intera comunità verso il popolo cubano. Un percorso partito grazie ad un incontro voluto dal sacerdote calabrese e che vedrà la realizzazione di un progetto ambizioso: l'edificazione di una Chiesa, la prima dopo parecchi anni, simbolo del cattolicesimo e dei suoi valori fondanti, un luogo d'incontro e fratellanza, aperto a tutti e sostenuto anche dal Governo di Castro. I lavori si ultimeranno nei prossimi mesi, anche se l'uragano Irma ha causato ingenti danni al materiale edilizio, e l'inaugurazione è prevista nel 2018, unitamente a quella di una struttura che possa accogliere minori in difficoltà. Don Pentimalli nel corso della solenne concelebrazione ha ringraziato tutti e dichiarato:

"Il Cardinale Ortega è venuto ad incontrarci in uno spirito di comunione fraterna. Un uomo che per 60 anni, nel silenzio e nella preghiera, ha saputo tenere accesa la fiamma della fede nel popolo cubano. Dobbiamo dare il nostro contributo nel costruire speranza e nuovi percorsi di liberazione dalla povertà".

L'incontro con Ortega, uomo cardine, chiamato da Papa Francesco a seguire il ritrovato dialogo tra l'America e Cuba, si è concluso nella cornice di Capo Sperone, nell'ambito di una cena di solidarietà, il cui ricavato è stato devoluto quasi interamente al progetto. La campagna di solidarietà messa in moto dall'eccezionale Padre Pasquale sta così producendo le sue opere, affermando ancora una volta quanto giochi per lo sviluppo di un territorio la cultura della prossimità.