Reggio Calabria
 

Ospedale di Locri, il Sindaco Calabrese si appella al Presidente Oliverio: “Immediata revoca del Direttore/Commissario Brancati”

Ennesima fumata nera per il fronte Sanità nella Locride. Infatti nell'incontro odierno sul "Tavolo Sanità Locride" tenutosi in Prefettura a Reggio Calabria, si è consolidata l'ipotesi di una prossima chiusura dell'Ospedale di Locri.

Il Sindaco di Locri, Giovanni Calabrese, che dall'inizio del proprio mandato sta combattendo una battaglia a difesa del presidio ospedaliero della Locride, ancora una volta ha registrato il totale disinteresse da parte della politica e del management aziendale nel considerare in maniera seria e strategica il potenziamento dell'Ospedale di Locri, unica realtà sanitaria pubblica a copertura di un bacino di 150.000 residenti, oltre che a scongiurare una decisione catastrofica come potrebbe essere quella di una chiusura del presidio locrese.

Locride quindi sempre più abbandonata da parte degli Enti che in realtà dovrebbero tutelarne le condizioni di vivibilità adeguata a tutti i residenti.

Date queste premesse, il Sindaco Calabrese, ha deciso di scrivere al Governatore della Regione Calabria, On. Mario Oliverio, affinché intervenga immediatamente nel revocare l'incarico di Direttore/Commissario al dott. Giacomino Brancati, e quindi nel salvare l'Ospedale di Locri.

Allo stesso tempo è richiesta la convocazione di una seduta di Giunta straordinaria presso l'Ospedale di Locri per salvare il proprio futuro.

Di seguito il testo inviato al Governatore Oliverio:

Prot. n°20235/2017

Illustrissimo Sig. Presidente della Regione Calabria

On. Mario Gerardo Oliverio

Illustre Presidente,

nel corso della Tua recente visita a Locri ho ascoltato, con molta attenzione, il Tuo giusto ed appassionato intervento sulla problematica della Sanità e di conseguenza dell'Ospedale di Locri.

Sono pienamente d'accordo con Te che la Sanità non può essere più gestita in Calabria da un Commissario Governativo, quale l'ing. Massimo Scura, che in questi anni ha dimostrato di non essere all'altezza della situazione e, soprattutto, condivido che non è pensabile che la Regione venga privata delle proprie competenze in materia di Sanità, considerato che gran parte del bilancio della stessa è assorbito dalla spesa sanitaria.

Però è anche vero ed evidente che il problema della Sanità è stranamente diversamente avvertito e gestito nella nostra Regione, in quanto l'offerta dei servizi sanitari erogati, non è certamente omogeneo sul territorio regionale.

I peggiori servizi vengono purtroppo erogati nella Locride ed in tal senso c'è qualcosa di incomprensibile che andrebbe chiarito a noi poveri sfortunati cittadini di questo lembo di Calabria.

Nel corso dell'anno abbiamo assistito, con piacere ma con non poca sorpresa, che in altri in altri Ospedali della Provincia e della Regione sono stati inaugurati nuovi reparti, sono stati contrattualizzati dirigenti medici con ruoli apicali, sono state acquistate qualificate e moderne attrezzature e sono stati portati avanti investimenti importanti per dare giustamente ai cittadini una sanità di qualità.

Davanti a tante iniziative positive riteniamo ingiusto e non è accettabile che per quanto riguarda l'unico Ospedale della Locride solo belle parole e nessuna azione concreta.

E' ormai evidente che non esiste agli atti nessuna proposta seria che possa far sperare i cittadini della Locride che stanno vedendo l'Ospedale morire giorno dopo giorno.

Purtroppo, a conferma di ciò, questa mattina, presso la Prefettura di Reggio Calabria, nel corso di una riunione del "Tavolo Sanità Locride" - Tavolo istituito dal Prefetto di Reggio Calabria su iniziativa del Ministro Lorenzin per affrontare le evidenti criticità più volte segnalate in cui versa l'Ospedale di Locri -, il Commissario Scura ed Il Commissario/Direttore Brancati hanno disertato l'incontro "delegando" in "missione" il povero neo Direttore sanitario dott. Pasquale Mesiti, il quale ha avuto l'onestà intellettuale di ammettere la gravissima situazione in cui versa l'Ospedale della Locride e, soprattutto, confermare che da anni poco o nulla si è fatto per salvare l'unico presidio ospedaliero della Locride.

Pertanto, sempre apprezzando il Tuo pubblico intervento e pienamente convinto delle evidenti responsabilità del Commissario Scura, per il quale rinnoviamo al Signor Ministro la richiesta di revoca del mandato commissariale, con questa mia breve nota, devo ricordarTi che all'Asp di Reggio Calabria vi è un manager, il dott. Giacomino Brancati, nominato dall'attuale Giunta Regionale, che in quasi due anni tra commissario straordinario e direttore generale non è stato in grado di affrontare e risolvere una sola delle tantissime criticità dell'Ospedale di Locri.

Il Dott. Brancati, il cui evidente limite era emerso anche durante un incontro con sindaci e sindacati lo scorso mese di giugno, continua a non proporre soluzioni adeguate per l'organizzazione dell'offerta sanitaria ospedaliera.

Ti chiedo, pertanto, di voler prendere atto della drammatica situazione in cui è stato ridotto il nostro presidio ospedaliero, rimuovendo immediatamente dall'incarico il Direttore Brancati e convocando, anche a dimostrazione della volontà di voler aiutare la Locride, una seduta di Giunta straordinaria ed urgente proprio presso l'Ospedale di Locri, per prendere contezza di quanto accaduto, della vergognosa situazione i cui versa la struttura e delle condizioni assurde di lavoro alle quali sono obbligati gli operatori sanitari e, soprattutto, avviare iniziative straordinarie ed urgenti per affrontare la grave situazione e provare a dare speranza agli ormai stanchi e disperati cittadini di questo territorio.

Indipendentemente dalle nostre note differenti posizioni politiche mi affido alla Tua sensibilità politica ed istituzionale con la convinzione che Ti attiverai immediatamente per cercare di bloccare un'incomprensibile progetto di smantellamento del presidio sanitario locrideo, di cui sicuramente Tu non hai alcuna responsabilità, ma rischi di diventarne complice ed esecutore se non riuscirai a trovare la forza ed il coraggio per invertire la rotta.

Certo della Tua sensibilità nei confronti della Locride, alla quale non è mancata la Tua presenza in questi anni, auspichiamo di poter raccontare ai nostri figli che l'"Ospedale" che i nostri concittadini hanno voluto e realizzato con amore e sacrifici non è stato smantellato grazie all'impegno ed alla determinazione del Governatore della Regione Calabria Mario Oliverio.

Attendo Tue.

Dalla Residenza Municipale, 20 ottobre 2017

Il Sindaco

Giovanni Calabrese