Reggio Calabria
 

Reggio, Carrozza (SI): "Catona: situazione dolente"

"Un gruppo di nostri concittadini della ridente e dolente Catona,ci hanno fatto segnalazioni di incurie ataviche che si perpetuano dalle giunte Scopelliti in poi,pregandoci di porle,per l'ennesima volta, all'Attenzione di "Palazzo San Giorgio" e dell'opinione pubblica". Lo scrive Giuseppe Carrozza di Sinistra Italiana.

"Noi abbiamo raccolto l'ulteriore e quasi rassegnata richiesta d'aiuto e volentieri cerchiamo nel nostro piccolo di stare vicino alla gente che ha ancora la forza di indignarsi e di denunciare le cose che non vanno in una città sempre più abulica e indolente.Tralasciamo per un attimo le strade da terzo mondo che caratterizzano tutto il territorio metropolitano, il pressochè totale abbandono del lungomare privo di servizi e attrattive, in alcuni punti centro di raccolta dei rifiuti degli incivili che non intendono fare la raccolta differenziata,separato da quello di Gallico da un torrente per l'attraversamento del quale c'è un antico progetto del compianto e indimenticabile Italo Falcomatà chiuso in un cassetto,la situazione di estrema gravità del quartiere ghetto di Arghillà, il rischio chiusura di "Catona Teatro" sul quale è caduto un silenzio tombale ecc. ecc.,vogliamo soffermarci su due punti emergenziali.
1)La consegna dell'istituto delle scuole elementari,i cui lavori di ristrutturazione e messa in sicurezza si sono di nuovo arenati,perpetuando il disagio di famiglie e bambini che si trovano sballottati nel territorio da diversi anni,privati della propria sede,traditi dagli impegni presi dall'allora Giunta Scopelliti e anche dall'attuale Giunta Falcomatà;
2)la seconda situazione ,se non vi si porrà un rimedio immediato,potrebbe essere causa di danni alle case e alle persone che si affacciano su via Casalfeudo, già vittime negli anni passati di allagamenti che si verificano ogni qual volta le prime piogge diventano protagoniste della stagione autunnale,
Tutto questo è stato e,senza interventi, sarà causato dalla pluriennale mancata manutenzione dei condotti delle acque bianche le cui griglie sono intasate dalla terra e dai detriti trasportati dall'acqua,fino al livello stradale.
A tal proposito,i cittadini interessati, nel corso degli anni hanno ripetutamente fatto le dovute e preoccupate segnalazioni ai Vigili Urbani e alle amministrazioni e gestioni commissariali succedutesi alla guida di Reggio Calabria degli ultimi 15-16 anni, inutilmente.
Vogliamo ricordare all'Amministrazione Comunale che nella stessa zona insistono attività commerciali
e ,soprattutto,una scuola materna, per cui, la preoccupazione da parte delle Istituzioni e degli organi preposti dovrebbe essere amplificata e i relativi interventi risolutivi devono essere intrapresi immediatamente, anche per il semplice motivo che si viene da un periodo lunghissimo di siccità,per cui la portata delle piogge potrebbe essere ancora più violenta del solito.
Ci rivolgiamo dunque al Signor Sindaco Giuseppe Falcomatà e all'assessore preposto affinchè si sensibilizzino e autorizzino gli interventi necessari nel giro di pochi giorni,consci delle enormi difficoltà che hanno ereditato dalle sciagurate amministrazioni comunali di centro-destra,che però non li assolvono per l'ulteriore trascuratezza istituzionale e civile a loro volta rivolta nei confronti di Catona.
Dunque riepilogando e concludendo,chiediamo:
Quando verranno ultimati i lavori e assicurata la consegna del plesso scolastico di via Regina Elena?
Quando verrà avviata e ultimata la manutenzione dei condotti di via Casalfeudo?