Reggio Calabria
 

La cultura del dono per salvare una vita. Incontro di sensibilizzazione sulla donazione presso il Liceo Artistico “M.Preti- A.Frangipane” di Reggio Calabria

"Come luna rischiara la vita, come fiore, DONA un sorriso" è il tema dell'incontro promosso dal Liceo Artistico Mattia Preti – Alfonso Frangipane per sensibilizzare alla donazione per donare un sorriso, per salvare una vita, così come espresso dallo slogan che ha incorniciato l'evento, che ha avuto luogo Giovedi 12 ottobre 2017, presso l'Aula magna della sede liceale.

L'incontro, fortemente voluto dal Dirigente Scolastico del Liceo, Avv. Albino Barresi, promotore e coordinatore dell'iniziativa, si è svolto con la partecipazione di presidenti ed esponenti di associazioni di volontariato, presenti sul territorio, impegnate in vari settori della prevenzione medica e del supporto materiale nei confronti di chi è colpito da patologie "complesse". Protagonisti dell'incontro, oltre agli studenti delle terze e quarte classi del Liceo, sono stati, la Dott.ssa Valeria Colantoni, presidente dell'associazione ADMO ("Associazione Donatori Midollo Osseo"), il presidente AIDO, Ing. Nicola Pavone, ex Dirigente Scolastico del Liceo Artistico, il Dott. Demetrio Labate, medico anestesista e collaboratore AVIS, la Dott.ssa Scali Rosalba, presidente AIL e il Dott. Mileto Giuseppe, presidente della Croce Rossa di Reggio Calabria.

Gli esperti hanno esposto con chiarezza e dovizia di particolari la tematica della donazione in ogni suo aspetto, ponendo l'accento ,dati alla mano, sul numero di vittime delle malattie neoplastiche e dei tumori del sangue che sono state salvate grazie alla tecnica medica del trapianto.
A fornire un ulteriore valore aggiunto all' incontro, sono state le esperienze realmente vissute da alunni e professori, che hanno raccontato storie personali di speranza e fiducia verso la ricerca scientifica, contribuendo cosi con i loro percorsi a sensibilizzare ulteriormente l'uditorio alla donazione ed alla prevenzione.
A seguito delle relazioni degli esperti, si è dato spazio ad un ampio e coinvolgente dibattito in merito alle tematiche affrontate.

In conclusione, è doveroso rammentare ancora una volta che, solo grazie a gesti di generosità verso il prossimo, come la donazione del midollo, del sangue, la sensibilizzazione ed una costante e puntuale ricerca scientifica, sarà possibile sperare in un futuro nel quale malattie note come "i mali del secolo" saranno finalmente e definitivamente debellate.