Reggio Calabria
 

Casa della Salute di Scilla (RC), Fil: "Bene ripristino servizio H24, ora attenzione per non perdere i fondi previsti"

La FIL scrive in una nota "di apprendere con vivo compiacimento la revoca della Disposizione n.66 del 19 settembre 2017 con la quale, di fatto, si depotenziava il servizio dell'ex ospedale "Scillesi d'America" riducendo l'orario di lavoro a sole 12h giornaliere.
Per primi avevamo indicato all'Azienda le criticità di una tale decisione, tra l'altro riguardante anche il P.I. di Palmi, in un'area lontana da hub e spoke ospedalieri, con grave rischio e nocumento per la salute dei cittadini, con una presa di posizione dei vertici aziendali che dimostrava ancora una volta la lontananza dalle effettive esigente del territorio".

"Ci auguriamo che il passo indietro fatto dall'ASP sul ex ospedale di Scilla sia un primo, importante, segnale di apertura al dialogo con le comunità e con i sindacati per una organica e funzionale "rivisitazione" della sanità provinciale reggina.
La segreteria provinciale della FIL, stante il perdurare dell'immobilismo dell'Azienda in merito alla costituzione della Casa della Salute di Scilla e l'approssimarsi della scadenza della convenzione che ne regola il finanziamento e il funzionamento, con il concreto rischio che vadano perse le somme stanziate, non solo per Scilla ma per tutte le Case della Salute previste nella nostra provincia, nei prossimi giorni darà vita ad una manifestazione pubblica che vedrà coinvolti i Sindaci, il Delegato della Città Metropolitana dott. Filippo Bova e i vertici dell'Azienda Sanitaria Provinciale unitamente ai Consiglieri Regionali di questa provincia".