Reggio Calabria
 

Reggio, alla Camera di Commercio si parla di accesso al credito

Interessante, approfondito, ricco e partecipato.

Sono probabilmente questi i quattro aggettivi che riassumono le principali caratteristiche del convegno, tenutosi presso i locali della Camera di Commercio, fortemente voluto da Confesercenti Reggio Calabria al fine di illustraregli strumenti che quotidianamente l'associazione di categoria offre alle PMI reggine per favorirne l'accesso al credito.

Di assoluto rilevo il parterre dei relatori, tra di loro le principali cariche politiche locali: il Sindaco della Città Metropolitana di Reggio Calabria Giuseppe Falcomatàe l'On. Mimmo Battaglia in sostituzione del Presidente Oliviero impegnato nella capitale, ma anche la Presidente Nazionale di Confesercenti Patrizia De Luise che ha scelto proprio il convegno sul credito organizzato a Reggio Calabria per la sua prima uscita ufficiale sul tema dopo la sua recente elezione.

A fare gli onori di casa il Presidente della Camera di Commercio reggina Antonino Tramontana, i Presidenti Confesercenti Vicenzo Farina e Claudio Aloisio recentemente eletti alla carica regionale e provinciale.

L'apertura dei lavori è toccata alla Presidente De Luise, che, dopo essersi detta entusiasta dalla bellezza di Reggio Calabria, ha subito tracciato il percorso che si sarebbe dovuto seguire nel corso dei lavori, ovvero quello di dare fiducia agli imprenditori del mezzogiorno perché è qui che il nostro Paese rifiorirà dopo le difficoltà.

L'On. Battaglia e il Sindaco Metropolitano hanno poi messo in luce tutto quello che, loro egli enti che rappresentano, si sono prefissati o stanno già facendo per il rilancio della nostra terra, incentrando molta attenzione sul turismo, comparto nel quale le prospettive di crescita sono senza dubbio elevatissime.

Il presidente Tramontana se pur condividendo il dato proposto dal Sindaco Falcomatà sull'aumento importante delle imprese iscritte in Camera, ha aggiunto che il problema non si è però ancora risolto, ma si è solo spostato nel tempo,infatti ancora oggi spicca,impietoso,il dato relativo alla concessionedel credito verso le attività della piccola, micro e media impresa che ha fatto registrare un preoccupante -3,4%.

A soffrire di più è stato il settore del commercio al dettaglio che deve fronteggiare, oltre la crisi, anche la concorrenza della Rete, con un e-commerceormai sempre più radicato nelle abitudini dei consumatori.

Una globalizzazione che alla fine, almeno stando alle parole del Presidente regionale di Confesercenti Vincenzo Farina, dovrà fare i conti con se stessa, perché il contatto umano finirà per mancare al cliente che tornerà a rivolgersi al commerciante di vicinato.

Claudio Aloisio, Presidente provinciale di Confesercenti, ha poi chiuso la prima parte dei lavori con un'attenta analisi sui dati che riassumono la situazione della nostra realtà e che non lasciano alibi alla classe politica, costretta, necessariamente, a dover dare di più per il proprio territorio, con la consapevolezza però cheConfesercenti sarà sempre disponibile al confronto e al supporto ad ogni iniziativa volta al miglioramento dell'attuale situazione.

Presentando il tavolo tecnico che, da li in poi avrebbe reso edotta la folta platea sui meccanismi di accesso al credito,anche tramite garanzia,in modo semplice e veloce, Aloisio si è poi soffermato sul ruolo che da sempre Confesercenti ha a sostegno dei suoi associati, illustrando tutti i servizi offerti per l'accesso al credito dall'associazione da lui presieduta.

Il primo a prendere la parola, tra i nuovi relatori seduti al tavolo, è stato l'Amministratore di Co.Svi.G. (Consorzio di Sviluppo Garanzie) il quale, con un intervento di alto profilo, è stato in grado di analizzare una serie di dati, catturando l'attenzione della platea grazie a un'analisi chiara precisa e ricca di spunti interessanti che, pur non sorridendo al nostro territorio, è servita comunque da stimolo per tutti gli operatori del settore bancario e gli imprenditori presenti in sala.

Hanno poi completato il discorso, fornendo, ognuno per il proprio ruolo, altre interessanti informazioni, l'AD della Banca del Mezzogiorno Luigi Calabria e il Professore Domenico Siclari, docente reggino di diritto dell'economia e dei mercati finanziari alla Sapienza di Roma, il quale ha trattato il delicato argomento dell'educazione finanziaria sempre più latente negli imprenditori che troppo spesso sono lasciati soli nelle loro scelte.

Più tecnici gli ultimi due interventi. Quello del Direttore di Co.Svi.G. Marco D'Onofrio ha spiegato i processi necessari e la tempistica per la concessione della garanzia, mentre quello del Direttore Maurizio Coppola, Responsabile Territoriale per la Banca Monte dei Paschi di Siena, una delle banche più strettamente legate al consorzio di garanzia, ha voluto metter in luce la disponibilità dell'istituto a sostegno delle imprese reggine.

Chiusura d'obbligo per la Presidente Nazionale di Confesercenti, la quale ha voluto, a conclusione della mattinata, complimentarsi con gli organizzatori per l'altissimo profilo del convegno, a riprova che Reggio Calabria sa e può fare bene, ora deve solo volerlo anche con la sua parte imprenditoriale, gli strumenti ci sono, la disponibilità collettiva non manca e la sezione di Reggio Calabria, con il suo Presidente, sarà sempre in prima fila per accompagnare piccole, micro e medie imprese i ogni percorso vogliano intraprendere.