Reggio Calabria
 

Appello della Pro Loco Bocale per l'avvio dei lavori sul litorale

La Pro Loco Bocale città di Reggio Calabria, da sempre attenta alle problematiche, del territorio ripropone ancora. "L'estate è terminata ed i lavori devono ancora partire".

"Il 21 Giugno abbiamo fatto pubblicare questa frase perché l'estate era appena iniziata e le dichiarazioni dei vari amministratori locali ci rassicuravano sul fatto che, di lì a poco, i tanto sospirati lavori di salvaguardia del litorale di Bocale I, sarebbero iniziati.

Purtroppo nulla di tutto ciò a tutt'oggi è avvenuto.

In questi tre mesi la ns Pro Loco è stata sempre in contatto con tutti gli enti interessati ai lavori di ripristino costiero, tra cui la Capitaneria di Porto di Reggio Calabria, che ringraziamo per la disponibilità, in quanto ha sollecitato costantemente ( e quindi svolto anche un eccellente lavoro di pressing) le amministrazione preposte affinchè venissero ultimate tutte le procedure burocratiche in tempi brevi.

Nel mesi di luglio è stato depositato anche un esposto/ denuncia alla Procura della Repubblica per mancati interventi conservativi causativi di danno ambientale e pericolo per la pubblica incolumità, da parte di cittadini direttamente danneggiati dal disastro causato dai mancati tempestivi lavori di ripascimento del litorale costieri della zona.

Oggi la Pro Loco che ha instancabilmente seguito la vicenda, ha ricevuto l'informazione che l'iter amministrativo-burocratico è arrivato a conclusione e che è imminente la messa in opera dei massi che serviranno per la realizzazione delle soffolte. Per cui siamo in trepidante attesa di vedere il primo masso in spiaggia. La nostra più grande preoccupazione è che se questi lavori tarderanno a partire, ancora una volta le inevitabili mareggiate autunnali procureranno ulteriori danni.

La strada ormai è impraticabile perché piena di voraggini e pronta per crollare, con la conseguente pericolosità per chi la percorre. Ad oggi non siamo riusciti a saper se nell'opera dei salvaguardia costiera il comune abbia inserito anche il ripristino della strada, perché nessun progetto ci risulta essere stato avanzato in merito.

Sono ormai due anni e mezzo che sollecitiamo con accorati appelli le autorità preposte alla salvaguardia dell'area costiera che, rimanendo incatenate nella farraginosa macchina burocratica, oltre che nel lassismo dei alcuni soggetti preposti, hanno determinato l' inesorabile scomparsa l'arenile di una delle più belle e caratteristiche zone balneari della periferia sud di Reggio Calabria.

Nel corso della stagione estiva, nel mese di Giugno abbiamo organizzato una giornata ecologica per pulire quei piccoli lembi di spiaggia ormai rimasti a Bocale I. Nel mese di agosto, nell'ambito della promozione delle nostre attivitàvolte alla valorizzazione del territorio, abbiamo proposto un "Focus Group" nel quale abbiamo presentato ai rappresentanti delle istituzioni dei progetti di riqualificazione di 3 aree fra Bocale e Pellaro. Progetti che puntano alla riqualificazione delle periferie anche a misura di bambino, perché loro sono il nostro futuro. In questa direzione si muove anche il primo progetto di collocazione delle giostrine nella piazza difronte la chiesa di Bocale; la sostituzione di quelle di piazza stazione a Pellaro e la riqualificazione della piazza superiore con più verde ed aree per bambini; terzo progetto la riqualificazione dell'area sud alla fine di Via del Mare, meglio noto come spiazzo di Fossa della Manna, con area verde attrezzata di panchine, giostrine, chiosco, bagni e parcheggi con pensiline fotovoltaiche. Quest'ultimo progetto è futuristico, abbiamo voluto osare già, pensando al domani, ed alla riqualificazione di un area che è anche servita dalla vicina stazione ferroviaria e che consentirà magari a tanti ragazzi di arrivare al mare in tranquillità, utilizzando un mezzo pubblico. Il tutto nell'ottica della formazione della nuova spiaggia che avverrà non appena le opere di salvaguardia avranno dato il loro frutto. E ancora è stato riproposto quest'anno assieme al consueto evento "Sport e Solidarietà" con raccolta fondi che ogni anno vengono destinati all'AISLA sez di Reggio Calabria, è stato inserito il "Primo festival degli aquiloni". Appuntamento che ha registrato l'entusiasmo e il successo soprattutto tra i bambini. Evento reso possibile grazie al Consiglio Regionale che ringraziamo. Il prossimo anno continueremo con questo " Festival degli aquiloni" invitando tanti appassionati da tutte le parti d'Italia. Nella vicina Sicilia questo festival esiste da 10 anni ed ha assunto connotazioni internazionali. Ce la metteremo tutta a farlo crescere anche qui, in una location d'eccezione quale è Punta Pellaro, un' oasi naturalistica, da valorizzare sotto l'aspetto turistico ed anche sportivo, visto la particolarità del vento quasi tutto l'anno".