Reggio Calabria
 

Reggio, Battaglia (Pd): "Contratto di quartiere o programma di recupero urbano per Arghillà nord"

"Un contratto di quartiere o un programma di recupero urbano da realizzarsi - con il coinvolgimento degli Enti locali territoriali (Regione, Città Metropolitana di Reggio Calabria, Comune di Reggio Calabria) e dell'Aterp regionale con i Ministeri dell'Interno e delle Infrastrutture - per il recupero urbano e la riqualificazione di Arghillà nord di Reggio Calabria dove insiste una strutturale condizione di degrado e di disagio sociale".
E' quanto chiede il consigliere regionale del Pd Domenico Battaglia che, raccogliendo l'appello di tante associazioni di volontariato affiancate dal coordinamento di quartiere, fa proprie tutte le proposte avanzate attraverso una lettera aperta alle Istituzioni pubblicata dagli organi di stampa.
"Le associazioni, il mondo del terzo settore e la Chiesa, molto attivi nel nostro territorio, hanno avuto il merito di intercettare e segnalare le istanze e i bisogni di questa parte di territorio che attende risposte da parte delle Istituzioni. Le criticità sono state indicate in una visione costruttiva di superamento, grazie ad interventi - sottolinea l'esponente politico - che possano dare un nuovo volto ad un quartiere che dovrà qualificarsi in termini di infrastrutture e servizi. Interventi, peraltro, alcuni già previsti dall'attuale amministrazione comunale di concerto con la Prefettura e il Ministero degli Interni e che attendono solo gli ulteriori passaggi tecnico-amministrativi per essere avviati".

"Sono circa 1000 gli alloggi di edilizia residenziale pubblica ivi esistenti con ataviche problematiche afferenti le condizioni di vivibilità, la sicurezza, il decoro, la manutenzione delle strade, l'illuminazione e il verde pubblico, senza trascurare i profili strutturali dei fabbricati (cornicioni, scale, ascensori fognature, condotte idriche). Serve dunque - ha rilanciato Domenico Battaglia -, come auspicano le associazioni, un vero e proprio piano per la rinascita di Arghillà, per farla uscire dallo stato di isolamento e ghettizzazione in cui nel tempo è stata relegata. Il primo step è la creazione di un presidio costante del territorio da parte delle Forze dell'ordine per la prevenzione ed il contrasto dell'illegalità e di forme di condizionamento. Bisognerà lavorare a progetti di rigenerazione urbana mentre sul piano sociale - ha aggiunto il consigliere del Pd - andranno attivati interventi a sostegno dei nuclei familiari svantaggiati, garantendo il diritto allo studio dei ragazzi con servizi di trasporto e con iniziative atte a fronteggiare la dispersione scolastica. Passaggio fondamentale, infine, è la creazione di luoghi idonei per l'aggregazione e per l'offerta di servizi culturali e sociali".
"Ritengo pertanto che per realizzare tutti questi interventi - conclude Domenico Battaglia - i migliori strumenti da utilizzare siano il contratto di quartiere o il programma di recupero urbano. Da consigliere regionale, accolgo l'appello lanciato dalle associazioni e chiedo al presidente della Giunta regionale Mario Oliverio di valutare e di rendersi promotore e garante di questa mia proposta nelle sedi deputate".