Reggio Calabria
 

Primo giorno di scuola, il Vescovo di Locri: "Sia esperienza di impegno e partecipazione"

"Caro studente, sii attratto dalla realtà non per gli effetti speciali, ma per quelle tre cose che ti fanno vivere: verità, bene, bellezza". E' quanto afferma il vescovo di Locri-Gerace,mons. Francesco Oliva, in un messaggio indirizzato agli studenti e al mondo della scuola alla vigilia dell'inizio dell'anno scolastico. "Non serve una scuola passatempo - prosegue il presule - ma una scuola interessante. A 70 anni dalla Costituzione. Quella Carta, conquista di civiltà, che ha segnato una storia meravigliosa di progresso civile, di coesione sociale e di sviluppo. Su quella Carta i diritti inviolabili dell'uomo, i suoi doveri inderogabili di solidarietà politica, economica e sociale, la pari dignità e l'uguaglianza al di là di ogni discriminazione. Prova a leggerla: sarà una lettura che indicherà la via da seguire. Per essere popolo e nazione vera, ove il Sud cammina insieme al Nord ed il Nord guarda con simpatia al Sud".

"Mi piace una scuola - sostiene ancora mons. Oliva - che aiuta a cogliere (e accogliere) le differenze. Una scuola multicolore. Ove ogni colore, essenziale, forma un arcobaleno. Una varietà di colori, che lascia intatta la bellezza di ognuno di essi. C'è il bianco, il nero, il bruno nella nostra scuola. Tutti uniti in spazi da condividere e amare. Che siano adeguati alle norme della sicurezza e alle esigenze della scuola, non sacrificati ad interessi e speculazioni di altro genere. Spazi belli di vita e di cultura, che ti accolgano nel corso dell'anno che passa. Forse troppo velocemente. E ti pongono interrogativi sulla vita, sul passato e sul futuro, insieme a chi ti domanda il perché dei tuoi sogni e delle tue attese". "A scuola - sostiene ancora il presule - proverai il gusto della ricerca, dello stare insieme, del dialogo e dell'incontro che renderà il tuo tempo palestra di umanità. E allora buon anno scolastico. Sia per te e per tutti un'esperienza bella e coinvolgente da vivere con intelligenza, impegno e partecipazione".