Reggio Calabria
 

Reggio, sulla terrazza panoramica del MArRC musica dal vivo con: "Note di Tango"

Una serata dedicata al tango, con il duo composto dal M° Sergio Puzzanghera, pianoforte, e dal M° Adolfo Zagari, fisarmonica, questo sabato (19 agosto) alle 21, sulla terrazza panoramica del MArRC.
Le note musicali della tradizione argentina nel concerto in sinergia con il Conservatorio "Francesco Cilea", diretto da Franco Barillà e il Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria.
L'iniziativa nasce dalla convenzione curata dal Presidente del "Cilea" Daniela De Blasio.
Ingresso consentito fino alle 22.30 e costo del biglietto 3 euro dalle 20.00, per la consueta apertura in notturna, che permetterà ai visitatori di scoprire le bellezze delle collezioni permanenti e di assistere allo spettacolo.
Per il Direttore Carmelo Malacrino si tratta di «un'altra importante occasione per abbinare musica e arte, per un museo che vuole essere uno dei punti di riferimento culturali della regione».

Reduce da un successo di presenze nel lungo ponte di Ferragosto, il Museo di Reggio Calabria, nella giornata di ieri, ha reso omaggio ai 45 anni dal ritrovamento dei Bronzi di Riace, con una significativa comunicazione social, ripresa anche dall'account Instagram Museitaliani del MiBact.
«Sono il simbolo della Calabria e della città di Reggio che tutto il mondo conosce - commenta Malacrino- e ad essi si uniscono gli altri straordinari reperti della collezione permanente. Siamo soddisfatti dei risultati ottenuti che, dallo scorso sabato fino a ieri (16 agosto), ci hanno permesso di sfiorare i 9000 visitatori in 5 giorni. Dati che premiano gli sforzi di tutta la squadra del MArRC e soprattutto del personale, che ringrazio, per il lavoro che svolge senza sosta».
Ieri anche la visita anche del sottosegretario Dorina Bianchi che non è voluta mancare nel giorno dell'anniversario della scoperta dei due guerrieri.
Sabato sarà aperta anche la Necropoli ellenistica nei sotterranei del Museo, mentre in Piazza Orsi si potranno ammirare gli oggetti dell'antichità dedicati alla profumeria con la mostra "Aromata", a cura di Carmelo Malacrino e Damiano Pisarra, il cui catalogo è disponibile nel bookshop del Museo.