Reggio Calabria
 

Reggio, la soluzione di Sorical e Comune per la crisi idrica a Vito Inferiore

acqua600Tecnici e imprese della Sorical e del Comune di Reggio Calabria nella giornata di sabato, dopo la riunione con il prefetto Michele Di Bari, hanno messo in atto una prima soluzione tecnica per superare la momentanea crisi idrica del Rione Vito Inferiore della Città dello Stretto.

Da sabato sera è attivo un gruppo di rilancio, (al momento è alimentato da un gruppo elettrogeno in attesa dell'allaccio Enel) che alimenta la rete comunale del Rione Vito prelevando l'acqua dal serbatoio regionale Santa Caterina. Nello stesso tempo Sorical sta predisponendo l'attivazione di un pozzo per incrementare la dotazione del serbatoio Santa Caterina.

Da mesi è in corso una fattiva collaborazione tra l'Ufficio di Zona della Sorical e il Comune di Reggio Calabria attraverso l'attivazione di una task force operativa che lavora a supporto delle imprese del Comune per affrontare le tante criticità presenti nella città. Nello stesso tempo la società ha avviato i lavori per la sostituzione della condotta Calopinace che alimenta il serbatoio "Trabocchetto" situato in testa alla rete idrica del Centro città. La condotta da sostituire è posata posata tra gli anni 2002 e 2004, diviando il tracciato ordinario, per consentire la costruzione del Cedir. A distanza di anni ci si è resi conto che la condotta non solo interferisce con i cantieri del costruendo nuovo Palazzo di Giustizia ma è causa di interruzioni e riduzioni di fornitura idrica a causa continue rotture delle due condotte, ciò probabilmente, per la bassa qualità dei materiali utilizzati.