Reggio Calabria
 

"Detassazione per rilanciare comparto immobiliare"

confconfedilizia"La casa oggi, le vie e le sfide per il rilancio del settore" e' stato il tema del convegno svoltosi questo pomeriggio a Reggio Calabria. Un incontro organizzato da Confedilizia "per portare anche in Calabria il tema dell'immobiliare, dei suoi problemi, dei suoi valori, della sua crisi", ha spiegato Giorgio Spaziani Testa, presidente di Confedilizia, presente all'evento. "L'obiettivo - ha detto - e' discutere della forte necessita' di intervenire sul settore attraverso politiche che possano risollevare questo comparto, colpito, negli ultimi anni, da una crisi dovuta a due fattori: quello internazionale, ovvero la grande crisi mondiale, e quello indotto e creato dagli interventi del governo del 2011 che ha aumentato fortemente la tassazione sugli immobili. E' l'occasione - ha continuato Spaziani Testa - per lanciare al Parlamento e al Governo un messaggio che evidenzi la necessita' di politiche di detassazione del settore immobiliare, per far si' che questo comparto possa risollevarsi e possa dare, come d'altronde ha sempre fatto, un impulso all'economia".

Al convegno hanno partecipato anche Carmen Russo Calveri, presidente di Confedilizia Reggio Calabria, che ha promosso l'incontro, Sandro Scoppa, presidente Confedilizia Calabria, Daniele Capezzone, deputato, Lorenzo Infantino, ordinario Luiss Guido Carli di Roma, Stefano Maria Poeta, presidente Ordine commercialisti di Reggio Calabria, e Armando Neri, vicesindaco di Reggio Calabria.

"Il settore immobiliare a Reggio, come in tutte le citta', - ha continuato il presidente di Confedilizia - e' difficile: i cartelli 'vendesi' e 'affittasi' sono ben visibili ovunque. Siamo ad un livello di compra-vendita inferiore del 25% rispetto al 2008, anno che precede la crisi mondiale, e del 15% rispetto al 2011. Chiediamo che il Comune attui politiche sagge, ad esempio in relazione alla imposizione principale fiscale di competenza dell'ente comunale, Imu e Tasi. Le Amministrazioni comunali - ha detto Spaziani Testa - riducano l'imposizione e prevedano interventi specifici nel comparto delle locazioni, in particolare quelle a canone agevolato, ma anche per le locazioni commerciali". Secondo il vicesindaco del Comune di Reggio Calabria Armando Neri, "le agevolazioni possono essere importanti strumenti di contrasto all'evasione tributaria e all'abusivismo locatizio. Fondamentale in questo senso - ha dichiarato - e' la sottoscrizione del protocollo tra Comune di Reggio, Confedilizia e altre associazioni". Il presidente di Confedilizia Calabria, Sandro Scoppa, da parte sua, ha evidenziato che "la tassazione sempre piu' invasiva ha portato ad un livello vicino al limite dell'esproprio. L'eccesso di tassazione - ha detto - ha fatto precipitare il settore in una crisi profonda non ancora superata". Anche Carmen Russo Calveri si e' detta convinta che "la fiscalita', arrivata a livelli molto alti, riduce il valore dei nostri immobili", mentre Lorenzo Infantino della Luiss ha parlato del legame tra "proprieta' privata e liberta' di scelta. La proprieta' e' alla base della nostra liberta' - ha dichiarato - e quest'ultima e' alla base della nostra civilta'"