Reggio Calabria
 

“Mala Sanitas”, Libri (Risveglio Ideale): “Si faccia giustizia”

"Più che in ogni altro settore professionale, nella Sanità gli errori non dovrebbero (non devono) essere commessi in quanto ne va della vita delle persone. Ma, anche i medici sono umani, e può accadere. Nel caso esploso nelle ultime ore a Reggio Calabria, sul reparto su cui si sta indagando ci sarebbe tanto da dire, o anche poco. È stato detto e sentito tutto. E deve bastare a sufficienza per capire in che mani potremmo cadere e da quali medici senza scrupoli potremmo venire curati e assistiti. E deve bastare a sufficienza per fugare ogni dubbio. E deve bastare a sufficienza per rompere ed abbattere, una volta per tutte, questo garantismo ad oltranza, questo buonismo a tutti i costi. Un medico che ride sulle disgrazie del paziente non è un medico, è un essere immondo. Un medico che trama contro la salute di un paziente non è un medico, è un criminale. Un medico che mette davanti i propri interessi a discapito della salute altrui non è un medico, è un macellaio. Giustizia si deve fare: per i pazienti che hanno subito e per i medici e il personale che lavorano da sempre con abnegazione, sacrificio ed onestà". Lo afferma in una nota Teresa Libri Socio Cofondatore Risveglio Ideale.