"La stupidità deriva dall'avere una risposta per ogni cosa. La saggezza deriva dall'avere una domanda per ogni cosa" - Milan Kundera

Il giudice Campagna al Dispaccio: "La Reggina rivede il sole. Lavoro immane dei curatori"

cedirgallodi Paolo Ficara - Soluzione definitiva. A tre anni dal fallimento della Reggina Calcio, decretato l'8 giugno del 2016, l'azienda viene acquisita con tutto ciò che c'è dentro dal Presidente Luca Gallo. Enorme la soddisfazione di tutti gli intervenuti stamane presso la stanza di Giuseppe Campagna, presidente della sezione civile del Tribunale di Reggio Calabria. Oltre che dal magistrato, il travaso definitivo è stato firmato dai curatori fallimentari Fabrizio Condemi e Massimo Giordano. Al fianco di Luca Gallo il direttore generale Andrea Gianni, il direttore informatico Simone Renzi della M&G, nonché l'addetto stampa Giuseppe Praticò.

Il travaso da Reggina a Reggina è così commentato dal giudice Campagna: "L'azienda Reggina Calcio è stata aggiudicata per una cifra di 403 mila euro. Non ci sono state altre offerte. Concludiamo in bellezza, sia per il Tribunale che per la città, questo percorso iniziato tre anni fa. il 30 giugno scadrà l'affitto dell'azienda, concesso ad Antonio Girella. A lui va il mio personale ringraziamento: ha investito una somma notevole per un solo anno, ha lasciato il marchio al Presidente Gallo ed ha mantenuto la struttura nel migliore dei modi".

"Incassando i soldi di questa aggiudicazione, soddisferemo tutti i creditori – ha proseguito il Presidente Campagna - Per noi è un successo. Se pensiamo a come eravamo tre anni fa, grande merito va riconosciuto ai curatori nonostante le tante critiche piovute. Abbiamo recuperato tantissimi soldi dai ragazzi Reggina Calcio, tesserati per altre squadre. Siamo riusciti a mantenere in vita la matricola per un anno e mezzo, unico esempio nel panorama nazionale. È nostro dovere di pubblici ufficiali, lo abbiamo fatto nell'interesse dei creditori. In quel momento di particolare confusione, non si è capito. Mi auguro che tutti apprezzeranno il lavoro immane. Soprattutto i creditori, dato che abbiamo recuperato oltre 1 milione compresi i soldi di questa aggiudicazione. Il passivo era di oltre 30 milioni. Tantissimi creditori si erano insinuati illegittimamente, come la Unicredit di cui avete dato notizia l'anno scorso. Come tifoso, sono felice che la Reggina riveda il sole. Dal 1° luglio avrà tutto il Sant'Agata. Colgo l'occasione per ringraziare sia il sindaco Falcomatà, sia il vicesindaco Mauro. Abbiamo lavorato con unità di intenti, in sinergia".

Raggianti anche i curatori Condemi e Giordano: "Si è ricucito lo strappo creato nel 2016, in seguito al fallimento della Reggina Calcio. Nelle altre piazze la tempistica è stata più breve, qui sono serviti tre anni. Ma tutto è bene quel che finisce bene".