"La perplessità è l'inizio della conoscenza" - Kahlil Gibran

Reggina: Galigani: "La società non vale oltre le 600 mila euro, debiti inclusi"

galigani500Di trattative per la compravendita di un club calcistico, Vittorio Galigani ne ha viste e continua a vederne. Intervenuto a Radio Reggio Più, l'ex direttore generale di Pescara e Taranto ha argomentato quello che, a suo avviso, sarebbe il valore della Reggina: "Sulle cifre non si fa mai pubblicità, ci sono delle conseguenze fiscali ed è difficile sapere l'importo esatto. Bisogna comprendere se c'è volontà di cedere e di acquistare: esempio: una società di B, di recente ha chiesto 15 milioni di euro. È chiaro che la richiesta è fuori mercato, un club di cadetteria può valere al massimo 7 milioni, anche in una piazza importante. Dovessi essere io il consulente di chi vuole acquistare un club di C, non andrei mai oltre le 500 o 600 mila euro, massa debitoria inclusa. Anche se si chiama Reggina. Chi arriva adesso, sa di dover fare un campionato di vertice e di dover spendere parecchio. È una categoria con tante difficoltà".

"Bisogna fare una due diligence, per vedere i contratti e la situazione patrimoniale. C'è tutta una serie di adempimenti da fare, tra cui manifestazione d'interesse e patto di riservatezza - ha spiegato Galigani -  Mi metto dalla parte del venditore: per dare accesso ai libri contabili, pretende la manifestazione d'interesse ed il patto di riservatezza. Altrimenti, va in bocca a tutti. Così come l'acquirente deve mettere in condizione la controparte di fornire i libri contabili. Il cedente fa una valutazione iniziale, poi concede i libri contabili e si valuta".