"Nessun biasimo dovrebbe seguire al dire la verità. Ma lo fa, lo fa" - Anita Brookner

Reggina, il Tribunale: "Mantenere la matricola". Riammissione in Lega Pro?

reggina1914 500di Paolo Ficara - "Stato di insolvenza conclamato ed irreversibile". Con questi termini, i giudici Campagna, Asciutto e Drago sintetizzano il fallimento decretato nei confronti della Reggina Calcio, nel testo della sentenza trascritta il 7 giugno 2016. Ad interessare, adesso, sono gli aspetti che da un lato potrebbero consentire al Tribunale di Reggio Calabria di recuperare diversi crediti; dall'altro, ai tifosi di riavere la Reggina subito.

Anche su questi fondamentali aspetti, la sentenza si sofferma ampiamente:

"Esperire il tentativo di evitare la revoca dell'affiliazione, con la presentazione immediata di un'apposita istanza in autotutela presso la competente federazione (come già accaduto in passato per altre società sportive), specie al fine di mantenere gli assets immateriali e materiali; così da consentire:

1) di non disperdere i crediti sportivi per "premi di preparazione calciatori tesserati da società professionistiche con vincolo pluriennale" e gli eventuali crediti che potrebbero maturare in caso di presenza in prima squadra per "calciatori con vincolo pluriennale Reggina tesserati da altre società";
2) il mantenimento dell'attività del settore giovanile presso il Centro Sportivo Sant'Agata per non disperdere i giovani attualmente iscritti;
3) conservare, conseguentemente, la concessione (in proroga) del Centro Sportivo Sant'Agata, secondo le indicazioni pervenute dalla Provincia, di cui alla nota allegata agli atti, anche alla luce del dissequestro delle quote sociali e del patrimonio aziendale della Reggina Calcio S.p.A. disposto nelle more dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Reggio Calabria e condizionato all'emissione della sentenza di fallimento;

2. mantenere il marchio e la denominazione sociale;

3. proseguire, attraverso l'utilizzazione completa delle strutture del Centro Sportivo Sant'Agata, tutte le attività in essere, sia quelle legate al settore giovanile, sia quelle che consentono l'attuazione di una serie di diverse iniziative economiche (sportive, ludiche, ecc. ..) connesse allo sfruttamento del centro sportivo medesimo, secondo le dettagliate indicazione contenute nel Business Plan in atti".

Questi, dunque, i passaggi salienti della sentenza di fallimento emessa nei confronti della Reggina Calcio, con riferimento ai prossimi tre mesi di esercizio provvisorio in mano ai curatori Condemi e Giordano. Evitare la revoca dell'affiliazione è il passaggio focale, messo nero su bianco. Ancor più dell'intenzione di mantenere in vita il marchio e la denominazione sociale. In più, l'eventuale sblocco del Sant'Agata consentirà il prosieguo dell'attività giovanile: fondamentale infatti, per salvare la matricola, sarà l'iscrizione ai campionati Allievi e Giovanissimi regionali per la stagione sportiva 2016/17: costa circa 70 euro, i creditori comprenderanno.

Non è tutto. Il Tribunale di Reggio Calabria, per la Reggina Calcio, auspica anche la riammissione "in una serie professionistica sportiva (in ragione della storia sportiva, del bacino di tifosi, della particolare importanza in ambito sportivo della Città di Reggio Calabria, ecc.), con conseguente ulteriore accrescimento del valore aziendale".

Speranze improntate ad un ottimismo apparentemente smodato, le prossime settimane diranno se è in realtà fondato. Di sicuro il Tribunale, davanti alla Figc, rappresenta un interlocutore credibile. Già mantenere affiliazione e matricola sarebbe un'impresa, i curatori fallimentari dovranno interpretare (non a proprio piacimento ovviamente) le normative interne federali. Per chiedere la riammissione in Lega Pro, poi, bisognerà inserirsi in un vuoto normativo: non esiste infatti una regola che consenta tale manovra per un club reduce da una mancata iscrizione, ma nemmeno una regola che lo vieti. Al momento sembra un paradosso, una forzatura: ma per saldare qualche creditore in più (tra cui l'Agenzia delle Entrate e diversi calciatori), Tribunale e Figc potrebbero concordare nel "costringere" la Reggina Calcio a tornare in campo.

Leggi anche:

Reggina: cessione di un ramo d'azienda alla Asd Reggio Calabria? http://ildispaccio.it/primo-piano/111760-reggina-cessione-di-un-ramo-d-azienda-alla-asd-reggio-calabria

Fine della corsa per la Reggina di Foti: il Tribunale decreta il fallimento http://ildispaccio.it/primo-piano/111725-fine-della-corsa-per-la-reggina-di-foti-il-tribunale-decreta-il-fallimento

Reggina: inizia la battaglia per mantenere l'affiliazione in Figc http://ildispaccio.it/calcio/84-quadrante-amaranto/111748-reggina-inizia-la-battaglia-per-mantenere-l-affiliazione-in-figc