Fronte del Palco
 

Tropea (VV), Teatro d’aMare 2017: il 24 settembre la chiusura

Terzo e ultimo appuntamento per Teatro d'aMare 2017,la rassegna di nuova drammaturgia calabrese organizzata da Libero Teatro e LaboArt, che trova in Max Mazzotta la direzione artisticae in Maria Grazia Teramo quella organizzativa, domenica 24 settembre, alle ore 21, vedrà sul palco di Palazzo Santa Chiara, in largo Ruffa a Tropea (Vv), proprio lo spettacolo diretto e interpretato dal direttore artistico della rassegna Max Mazzotta con Commedia all'italiana di Libero Teatro in anteprima nazionale.

Scritto e diretto da Max Mazzotta, con lui sul palco ci saranno Antonella Carchidi, Matteo Lombardo, Paolo Mauro, Alma Pisciotta, Francesco Rizzo e con la partecipazione di Alessandro Castriota Skanderbeg.

Commedia all'italiana narra le vicende di una troupe cinematografica impegnata nelle riprese di un film: "Il Riscatto", che vuole sublimare, reinterpretare e riscattare, appunto, la "commedia all'italiana".

La storia si sviluppa e si evolve negli studios cinematografici di un'ipotetica Cinecittà all'alba di un'epoca non meglio decifrata. Il compito di ridare lustro, credibilità e dignità ad un genere ormai in declino è affidato al regista sperimentale Tommy Mix, un artista con grande personalità ed inventiva ben considerato negli ambienti che contano. Ma il produttore del film, un mercante Albanese, un certo Mimmo Eskariota, risulta essere un traffichino e poco affidabile personaggio, che non paga la troupe e che, prima della fine delle riprese, scompare senza lasciare traccia. Il film sembra compromesso, riuscirà Tommy Mix a produrlo ugualmente?

La rassegna Teatro d'aMare 2017 va dunque a chiudersi dopo aver proposto al pubblico altri due spettacoli: Giufà e il mare di Teatro dell'Acquario e Come un granello di sabbia di Mana Chuma teatro. Una rassegna che si è aperta con l'importante convegno Parola tragica e comica. La drammaturgia calabrese a cura della docente dell'Università della Basilicata e drammaturga Vincenza Costantino. Relazionano insieme a lei i docenti dell'Università della Calabria Carlo Fanelli e Donata Chiricò e il direttore del Teatro auditorium Unical Fabio Vincenzi.