Fronte del Palco
 

Successo per "Horror Story", 300 presenze a Taverna (Cz)

Sono stati piu' di 300 i partecipanti alla prima giornata dello spettacolo-tour itinerante "Horror Story", ideato dalla Compagnia CineTeatrale del Brigantino e diretto da Giovanni Dardano, svoltosi nell'Albergo delle Fate di Villaggio Mancuso, a Taverna. Il pubblico e' stato guidato da un narratore che ha accompagnato i visitatori raccontando la storia spaventosa di chi vi ha soggiornato. A conclusione, una escape room: 7 minuti per scoprire gli indizi nascosti nella stanza e trovare la chiave. Un tour che e' stato anche un invito provocatorio. "Questo albergo - ha detto il narratore - ha attraversato periodi di gloria e di declino, ma non e' mai stato vuoto. Noi siamo condannati a vivere in questi luoghi per sempre, siamo spiriti inquieti. Ma c'e' ancora una speranza. Se un giorno questo albergo dovesse risorgere e tornare ai fasti di un tempo e questi luoghi tornassero a essere meta di turismo, noi tutti saremmo liberi di riposare finalmente in pace". Si replica il 29 settembre.

"Questa giornata ha dimostrato che puntare su un target di giovani e far si' che frequentino la Sila - ha detto Salvatore Piccoli, imprenditore locale e tra gli organizzatori dell'evento - e' possibile. L'idea dello spettacolo ci sembrava vincente perche' innovativa ma al contempo legata alla tradizione, cioe' a una location storica e identitaria del territorio. E vincente e' stata: in un periodo di bassa stagione, in tantissimi hanno affollato gli spazi del magico Albergo delle Fate e le strade della Sila, mandando in sold out l'evento". "I ringraziamenti - e' detto in un comunicato degli organizzatori - vanno alla Compagnia, al tour operator 'My Tour Sila' e alla famiglia Arcuri, proprietaria dell'hotel. Ai ringraziamenti si unisce anche Giovanni Dardano, regista dello spettacolo. "L'Albergo delle Fate - ha detto Dardano - e' una location teatrale perfetta non solo per uno spettacolo a tema horror ma per un qualsiasi tipo di performance. Noi abbiamo voluto giocare con l'atmosfera che da anni, purtroppo, circonda l'Albergo, e la straordinaria presenza di persone che ha partecipato all'iniziativa ci ha pienamente ripagati del duro lavoro fatto in poco tempo per allestire l'evento".