Fronte del Palco
 

Federico Fiorio e Marta Redaelli protagonisti del penultimo appuntamento del festival di Musica Antica “Crotone Barocca”

Saranno due grandi voci le protagoniste del penultimo appuntamento del festival di Musica Antica Crotone Barocca: il Sopranista Federico Fiorio e il Soprano Marta Redaelli, si esibiranno insieme all'ensemble crotonese Armonia Antiqua,domenica 24 marzo alle 19.00 nella chiesa di San Giuseppe con Prospettive musicali del Settecento europeo, concerto che ripercorrerà dodici anni di vita musicale italiana e tedesca, Sacra e Profana. Agli estremi gli italiani Antonio Vivaldi (1678) e Leonardo Vinci (1690) che apriranno e chiuderanno il programma, con al centro una delle due composizioni giovanili di Handel, Florindo, che con l'altra opera giovanile, Dafne, era concepita come un'opera unitaria. A chiudere il concerto la Sinfonia Alessandro nell'Indie e il duetto Tu vuoi ch'io viva o cara, dall'opera Artaserse, dramma per musica in tre atti di Leonardo Vinci su libretto di Pietro Metastasio.Melodie d'incantevole bellezzaquelle dell'Artaserse, uno dei pochissimi titoli di opera seria a guadagnarsi una diffusione vasta e durevole nel primo Settecento, contribuendo in modo decisivo alla fama del suo autore.

Per la prima volta a Crotone, Federico Fioriostudia canto rinascimentale e barocco al Conservatorio Bonporti di Trento.Debutta come solista nel 2013 a Verona nell'opera lo, Didone e le altre; seguono numerose partecipazioni a importanti produzioni; tra le altre Tosca all'Arena di Verona, il Flauto Magico e Zenobia, regina de' Palmirenidi Albinoni, al teatro Malibran di Venezia. Nel 2018 si esibisce al festival Urbino Musica Antica e nello stesso anno debutta in Polidoro di Antonio Lotti, al teatro olimpico di Vicenza, nel ruolo di Polidoro.

Un gradito ritorno invece quello del Soprano Marta Redaelli, già protagonista lo scorso anno a Crotone di un concerto insieme all'ensemble Armonia Antiqua dedicato al genio di Leonardo Vinci. Dopo lo studio del canto lirico, la Radaelli si è dedicata al repertorio rinascimentale e barocco. Ha partecipato come corista e solista a numerosi festival nazionali e internazionali di musica baroccaed ha inciso per DeutscheHarmonia Mundi, Deccaed Amadeus.

Con i due cantanti l'ensemble crotonese Armonia Antiqua. Natonel 2013,si è immediatamente imposto all'attenzione del pubblico e della critica per l'estroso e personale impiego degli strumenti originali, nel rispetto delle prassi esecutive storiche. Protagonista di festival e stagioni musicali nazionali e internazionali, l'ensemble si distingue per il rigore e la sensibilità dell'approccio interpretativo, spaziando dalla musica italiana a quella tedesca ed inglese dei secoli XVII e XVIII, con un organico che può variare, in relazione al repertorio affrontato. Unisce musicisti dotati di grandi capacità, gusto per il virtuosismo strumentale e profonda conoscenza dei linguaggi antichi.

Il concertoProspettive musicali del Settecento europeo vedrà esibireCristiano Brunella (violino), Antonella Curcio (violino), Angela Russo (viola), Giuseppe Miele (violoncello) e Luca Campana al clavicembalo.

Il concerto è a ingresso libero fino a esaurimento posti.