Fronte del Palco
 

Il 19 agosto secondo appuntamento del Festival di Musica da Camera a Guardia Piemontese

Domenica 19 agosto 2018 con inizio alle h 21,30 presso la sala Operaia in via Municipio promosso congiuntamente da AMA Calabria e dall'Associazione Foyer des Aarts avrà luogo il 2° concerto della settima edizione del Festival di Musica da Camera Musicampus Guardia Piemontese 2018.

La manifestazione, realizzata con il sostegno del MIBAC e della Regione Calabria e la collaborazione di numerosi sostenitori, è intitolata Cello Sonatas and Pieces e vede coinvolti artisti di fama internazionale che collaborano con giovanissimi musicisti in possesso già di un significativo curriculum.

Roberto Trainini, diplomato presso il Conservatorio "N.Piccinni" di Bari con Vincenzo Caminiti si è perfezionato in Svizzera con Radu Aldulescu alla International Menuhin Music Academy, Gstaad dove è stato allievo per la musica da camera di Igor Oistrakh, Alberto Lysy, Yehudi Menuhin. Nel 2003 consegue alla Hochschule für Musik di Amburgo il diploma con il massimo dei voti e la menzione d'onore ("summa cum laude") eseguendo il concerto di A. Dvorák op.104 con gli Hamburger Symphoniker. Svolge, dopo aver vinto numerosi concorsi internazionali intensissima attività in tutto il mondo come solista con orchestra e in gruppi da camera. Indice per Brilliant Classics. Rosangela Longo, dopo il diploma con il massimo dei voti, ha tenuto concerti in varie istituzioni italiane esibendosi come solista, in duo pianistico, vocale, violino e violoncello prediligendo sempre maggiormente le formazioni da camera.
Docente presso il Conservatorio di Musica "F. Torrefranca" di Vibo Valentia, collabora stabilmente e in varie occasioni con le classi degli Archi, Legni, Ottoni e Percussionie con numerosi cantanti di fama internazionale.

Cristiano Burato è considerato, a livello internazionale, uno dei maggiori pianisti della sua generazione. Vincitoe dei più prestigiosi concorsi internazionali si è imposto definitivamente sulle scene internazionali con la vincita, nel 1996, del prestigioso Concorso Internazionale "Dino Ciani - Teatro alla Scala" di Milano, con verdetto unanime della Giuria presieduta da Riccardo Muti.
La sua intensa attività concertistica, iniziata all'età di 14 anni, lo ha portato ad esibirsi sia come solista sia con prestigiose orchestre (Philarmonia Orchestra di Londra, Sydney Philarmonic Orchestra, Orchestra Filarmonica della Scala, Orchestra Sinfonica della RAI, Wiener Kammerorchester, ecc.) presso le massime istituzioni mondiali. Grandi apprezzamenti hanno sempre suscitato le sue interpretazioni di Chopin che gli hanno valso riconoscimenti da parte di Giurie Internazionali a Sydney, Colonia e Londra e l'invito a tenere numerosi concerti Chopiniani: all'International Chopin Festival di Duszniki (Polonia); al Municipio di Parigi per commemorare il 150° anniversario della sua morte; a Londra per la Chopin Society. Ha tenuto una conferenza sull'interpretazione di Chopin a San Diego per la "California Association of Professional Music Teachers", oltre a diverse Master Classes in Italia e all'estero. Ha inciso per la Phoenix Classics e per la ZYX Classic. È membro della Direzione Artistica del prestigioso Concorso Pianistico Internazionale "Ferruccio Busoni"di Bolzano ed è docente del biennio superiore di pianoforte presso il Conservatorio di Bolzano. Per meriti artistici è stato premiato con Medaglia del Presidente della Repubblica Italiana.

Rachela Wasilewska, dopo essersi diplomata presso la scuola di musica di Mieczyslaw Karlowicz a Cracovia col massimo dei voti, si è trasferita a Bolzano, dove studia con il Professor Roberto Trainini al Conservatorio Claudio Monteverdi. Vincitrice di concorsi internazionali svolge già importante attività come solista e spalla d'orchestra. Daniele Paolillo, diplomato con il massimo dei voti la lode e menzione a soli 16 anni, ha vinto il "Premio Nazionale delle Arti", concorso indetto dal MIUR, al Conservatorio "C. Monteverdi" di Bolzano, con Maria Tipo presidente di giuria. Vincitore di decine di concorsi pianistici è stato tra i 12 finalisti alla 61° edizione del Concorso Ferruccio Busoni di Bolzano. Svolge un'intensa attività concertistica in tutta Italia. Paulina Kulej, dopo essersi laureata all'Accademia di Musica di Katowice sotto la guida del Maestro Adam Krzeszowiec, ha frequentato diversi corsi di perfezionamento con violoncellisti di fama internazionale come Franz Helmerson, Jeroen Reuling, Alexander Gebert, Michał Dmochowski, Alexander Neustroev e Kazimierz Michalik. Vincitrice di concorsi internazionali svolge attività concertistica in tutta europa. Attulamente si sta perfezionando con il Maestro Roberto Trainini a Lamezia Terme.

Il programma prevede l'interpretazione dei Pezzi Fantastici op. 73
Robert Schumann a cura del duo Paulina Kulej, violoncello – Daniele Paolillo, pianoforte, della Sonata in La maggiore op. 69 n. 3
di Ludwig van Beethoven a cura del duo Rachela Wasilewska, violoncello – Rosangela Longo, pianoforte, della Sonata in Fa maggiore op 123
di Camille Saint-Saëns a cura del duo Roberto Trainini, violoncello – Cristiano Burato, pianoforte.