Fronte del Palco
 

A San Fili il progetto teatrale "Diteca Nord"

Domani, domenica 19 novembre, doppio appuntamento a teatro con il progetto "Diteca Nord", Distribuzione teatro nord Calabria, , direzione artistica di Dante De Rose e Marco Silani, un progetto gestito dalla compagnia "Teatro della Ginestra" e sostenuto dalla Regione Calabria con fondi Pac Calabria 2007/2013 – Iniziative Culturali 2016 - Azione 2. Al teatro "Gambaro", di San Fili, alle ore 18,30, andrà in scena "Elektra"; sempre alle 18,30, ma a Rovito, al teatro comunale, verrà rappresentata "Felici matrimoni". "Elektra" è realizzata dalla compagnia "Officine Jonike", con la regia di Americo Melchionda e con protagonista Maria Milasi. La tragedia, scritta nel 1904 da Hugo Von Hoffmannsthal (Vienna 1874 – 1929), riprende il dramma del matricidio compiuto da Oreste e atteso con violenta determinazione da Elettra. L'Elettra di Hofmannsthal sembra accostarsi maggiormente all'Elettra di Sofocle, per struttura di composizione e per rilevanza data ad alcuni personaggi piuttosto che ad altri. Il mito di Elettra nella scrittura di Hofmannsthal si sviluppa in chiave psicanalitica, rende le figure femminili protagoniste assolute, deforma i legami familiari. È una commistione di teatro e video, di prosa e filmati. Un tentativo di esprimere il non detto, di catturare lo sguardo dello spettatore su dettagli, primi piani, atmosfere. Durante lo spettacolo, inglobati dentro un'essenziale scenografia, vengono proiettati a singhiozzi, innesti video che, senza intaccare l'unità dell'evolversi della storia, rivelano "altro" creando una fusione tra interpretazione attoriale e interpretazione registica. Il dramma si consuma senza interruzioni tra un mezzo espressivo e l'altro. Con Milasi, in scena ci sono anche Kristina Mravcova (Crisotemide), Americo Melchionda (Oreste), Maurizio Spicuzza (Egisto); interpreti in video: Donatella Venuti (Clitennestra), Giuseppe Luciani (Precettore); i costumi sono di Maria Concetta Riso, la regia video è di Americo Melchionda, la realizzazione video è a cura di "Ram Film". A fare da contraltare alla tragedia "Elektra" c'è la commedia "Felici matrimoni, a Rovito, a cura della compagnia "Teatrorossosimona". Protagonisti Paolo Muaro e Francesco Aiello.La divertente piece ironizza sui rapporti di coppia, con i due attori che si alternano nei ruoli maschili e femminili, seguendo l'uso del travesti, sotto la direzione di Lindo Nudo, fondatore e direttore artistico di "Rossosimona". Come scrivevamo all'inizio, si tratta di un duplice appuntamento del progetto "Diteca". "Il nostro obiettivo – dice Dante de Rose – è quello di realizzare un circuito teatrale nell'area nord della Calabria che coincide con la provincia di Cosenza. Le altre priorità sono quelle di far incontrare compagnie professionali calabresi con le comunità dove non sempre è presente una programmazione teatrale, creare un indotto economico attraverso la distribuzione delle risorse alle compagnie locali, in modo da favorire una continuità produttiva e artistica, e alle comunità che potranno ridurre i costi delle loro programmazioni. Il progetto è stato pensato come strumento integrativo della politica culturale sui territori. L'azione di "Diteca" – conclude De Rose - si caratterizza per la varietà dei linguaggi, il sostegno a nuovi organismi, la riscoperta delle tradizioni e vocazioni dei territori, la presenza di sensibilità all'interno del mondo della scuola e del disagio sociale".