Fronte del Palco
 

"Settembre Rendese", tre grandi nomi della musica internazionale animeranno il cuore del centro storico

Un timbro pieno di "negritudine" salirà domani sul palco della 52^edizione del Settembre Rendese. La talentuosa cantante e autrice barese Serena Brancale è la prima delle tre grandi voci che animeranno nel week end il centro storico di Rende. La Brancale è tra le scommesse della kermesse di quest'anno che punta al cartellone di qualità. La manifestazione, a ingresso gratuito, è diretta da Marco Verteramo in collaborazione con l'amministrazione comunale e vanta il contributo di Enzo Naccarato, Francesco Donato e le numerose associazioni del territorio. Gli appuntamenti musicali del week saranno tutti in piazza degli Eroi alle 21.30.

Domani i cittadini rendesi assisteranno a un meltin' pot di generi, suoni e idee in cui la Brancale darà prova non solo della sua, ormai nota, vocazione al jazz e dintorni, ma anche a una forte inclinazione verso altri confini canori dal funk all' r&b, dalle ballate e canzoni d'autore ai moderni suoni dell'elettronica, frutto di una grande ispirazione. La giovanissima cantante è riuscita a conquistare il pubblico più raffinato come quello del jazz, ma anche il grande pubblico del Festival di Sanremo in cui esordì nel 2015 con la composizione "Galleggiare".

Sabato 23 settembre a rappresentare la grande musica italiana saranno Cataldo Perri e Lo Squintetto, in concerto a partire dalle 21. In scena il repertorio più rappresentativo dei tre lavori discografici del cantautore di Cariati (voce, chitarra battente, buzuki). Un viaggio sonoro impregnato di leggende e suggestioni dell'antica memoria Mediterranea e che, attraverso un itinerario di contaminazione e identità multiple, approda alle sonorità ed ai temi che caratterizzano il nostro tempo. Nel cast anche Piero Gallina (lira calabra, violino), Nicola Pisani (sax soprano), Checco Pallone (percussioni, chitarre), Enzo Naccarato (fisarmonica) e Carlo Cimino (contrabbasso).

Domenica 24 settembre toccherà, invece, all'inconfondibile voce di Gegé Telsforo , cultore della musica nera, polistrumentista, compositore, produttore discografico, conduttore radiotelevisivo ed entertainer di grande talento. L'artista poliedrico dedicherà al pubblico rendese un concerto carico di magia, particolarmente energico ed ispirato al futuro, a tutto ciò che sarà "next" per noi e per i nostri figli, partendo proprio "the next music". Il raffinato vocalist è reduce del lavoro discografico "Fun Slow Ride" in cui dimostra, forse senza saperlo, di essere capace di tenere testa a mostri sacri del jazz come Jon Hendricks, Dizzy Gillespie, Ben Sidran, Phil Woods, Mike Mainieri, Clark Terry, DeeDee Bridgewater, Bob Berg.

Accanto alla grande musica anche il buon teatro. Sempre nel cuore del centro storico, in piazza Costantinopoli alle 20.30, si snoccioleranno alcuni immancabili appuntamenti con voci importanti del territorio: domani "Libero Teatro" in scena con "Prove aperte"; sabato "Tratti d'inganno" con gli Attori in corso, mentre domenica chiuderanno i lavori Manolo Muoio/Teatro RossoSimona in "Rock Oedipus".