Fronte del Palco
 

Reggio, una mostra filatelica ed un concerto celebrano Gioachino Rossini nel 150° anniversario della scomparsa

Il 13 novembre 1868, si spegneva a Passy, in Francia, Gioachino Rossini, uno dei più grandi compositori italiani (Pesaro, 29 febbraio 1792) e uno dei massimi operisti. Tra le sue opere più celebri ricordiamo il Barbiere di Siviglia, La Gazza ladra, L'Italiana in Algeri, il Guglielmo Tell.

Nel centocinquantesimo anniversario della scomparsa di Rossini, ricordato anche dall'emissione di un francobollo a cura del Ministero dello Sviluppo Economico, appartenente alla serie tematica "il Patrimonio artistico e culturale italiano", il Palazzo di Poste di Via Miraglia ospiterà un evento celebrativo del grande musicista.
Sabato 17 novembre, alle ore 18.30, sarà inaugurata la mostra filatelica e documentale "Rossini e la Grande musica", realizzata dall'Associazione culturale Anassilaos e dal collezionista reggino Alberto Cafarelli, a cui seguirà un concerto dell'Orchestra "Mediterranea Wind Orchestra", diretta dai Maestri Cettina Nicolosi e Roberto Caridi.
La "Mediterranea Wind Orchestra" nasce dall'unione di giovani musicisti della provincia reggina e laureati presso il Conservatorio "Francesco Cilea" che da anni, nelle orchestre di Fiati di Reggio Calabria, Cinquefrondi, Taurianova e Orti, sotto la guida magistrale dei due direttori, hanno contribuito in modo importante alla crescita del movimento delle orchestre in Calabria.
Numerosi i premi e i riconoscimenti attribuiti a questi giovani musicisti in occasione della loro partecipazione a concorsi nazionali e internazionali. Di grande rilievo è però l'esperienza concertistica vissuta in occasione del prestigioso evento culturale del 2012, tenuto nella Piazza d'Armi della Scuola Allievi Carabinieri di Reggio Calabria, che li ha visti suonare sotto la direzione della prestigiosa bacchetta del Maestro Riccardo Muti.