Fronte del Palco
 

Bagnara Calabra (RC), ieri la prima delle tre serate conclusive del Premio Mia Martini

Si è tenuta ieri la prima delle tre serate conclusive del Premio Mia Martini 2018 a Bagnara Calabra, città natìa della grande Mimì.

Ad aprire la kermesse, il noto conduttore Savino Zaba insieme all'attrice e conduttrice Emanuela Tittocchia e il comico Rocco Gigolò.

Durante la serata, sono state proiettate bellissime e toccanti immagini di repertorio per ricordare Mino Reitano e Rino Gaetano, due artisti calabresi che il Premio Mia Martini ha voluto omaggiare. Il folto pubblico presente in sala ha applaudito ininterrottamente dopo aver assistito a questi due momenti straordinari.

Ma eccoci arrivati alla fase importante dell'evento, ovvero la premiazione.

Consegnati nel corso della prima serata i primi riconoscimenti. Vincono il Premio Mia Martini Etnosong 2018 il gruppo Officine Popolari Lucane con il brano "Anima lucana" (Basilicata). Mentre il Premio Critica è andato alle Ninfe della Tammorra con il brano "Luna". Il Premio come Migliore Presenza Scenica al gruppo campano Suoni Antichi i Bottari di Macerata Campania con il brano "Bene e male".

Consegnato anche un Premio Speciale a Mimmo Cavallaro con la seguente motivazione:

"A Mimmo Cavallaro per la sua straordinaria capacità di riproporre in Italia e nel mondo intero la cultura e la tradizione popolare calabrese attraverso le note della musica etno- folk della nostra Regione".

Tra gli ospiti della serata: Mimmo Cavallaro e Simone Coccia (vincitore della scorsa edizione).