Fronte del Palco
 

Reggio, l'Università Mediterranea celebra la Festa della Musica

Il 21 giugno 2018 l'Università degli Studi Mediterranea di Reggio Calabria organizza, con il patrocinio e la collaborazione del Comune di Reggio Calabria, la Festa della Musica.

Nata in Francia nel 1982, la Festa si svolge tutti gli anni il 21 giugno (giorno del solstizio d'estate) in molte città europee, con l'intento di favorire la conoscenza, l'incontro e lo scambio fra i musicisti. Fra i suoi principi, quello di valorizzare tutte le espressioni musicali, di offrire concerti gratuiti per il pubblico e di svolgersi in luoghi pubblici (possibilmente all'aria aperta), in modo da favorire la socializzazione, l'incontro e la valorizzazione degli spazi urbani.

Dal 2002, in Italia hanno aderito alla Festa più di 280 città, dando vita a una rete estesa a tutto il territorio nazionale. Per il 2018, la Mediterranea di Reggio Calabria si è accreditata presso il MiBACT (Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo) e l'AIPFM (Associazione Italiana per la Festa della Musica) come Ente Organizzatore per la nostra città. L'idea è quello di organizzare l'evento in un luogo significativo del centro cittadino, in modo da poter coinvolgere un pubblico vasto e offrire un momento di confronto culturale, di crescita e di svago e promuovendo al contempo l'immagine di un Ateneo che sostiene la cultura e le attività musicali anche fuori dagli spazi della cittadella universitaria. Il luogo individuato è il tratto di Corso Garibaldi compreso fra Palazzo San Giorgio e il Teatro Cilea.

La direzione artistica dell'evento è stata curata da Daniele Colistra, delegato alle attività musicali di Ateneo. La scenografia è stata ideata da Luciano Zingali. Il coordinamento delle attività è di Letizia Casile.

Il programma della manifestazione è il seguente:
19.00: Orchestra Jazz-Fusion Università Mediterranea
19.45: Coro Polifonico Università Mediterranea
20.30: Pull (Reggio Calabria)
21.15: Archinuè (Catania)
22.15: Glorius Vocal Quartet (Messina)
23.00: Mattanza (Reggio Calabria).
I cambi palco saranno animati da intermezzi e apparizioni di Pasquale Caprì
Ulteriori informazioni sull'evento nazionale: http://www.festadellamusica.beniculturali.it/index.php/it/

Gli Artisti

Orchestra Jazz-Fusion Università Mediterranea

Nata nell'autunno 2017, l'Orchestra nasce con l'obiettivo di mettere assieme le esperienze di professionisti e appassionati, appartenenti alla comunità accademica ed esterni ad essa, che condividono l'interesse per la musica contemporanea e per l'improvvisazione. Diretta dal M° Vincenzo Baldessarro, docente di Contrabbasso presso il Conservatorio di Cosenza, è composta da trenta elementi e nei pochi mesi di vita ha già tenuto diversi concerti. Il repertorio spazia dagli standard della tradizione jazz (Gershwin, Parker, Davis, Rollins, Ellington) a composizioni originali di Vincenzo Baldessarro, tutte appositamente arrangiate per l'Orchestra.
Coro Polifonico Università Mediterranea

Il Coro Polifonico dell'Università degli Studi Mediterranea di Reggio Calabria, nato ad ottobre 2013, è composto oggi da circa 50 elementi appartenenti alle diverse componenti della comunità universitaria, uniti dalla comune passione per la musica e dalla volontà di condividere allegri momenti di incontro intergenerazionale e di crescita culturale.
Il Coro si esibisce in occasione di eventi istituzionali organizzati dall'Ateneo e su invito di altre istituzioni cittadine, con un repertorio che spazia dalla musica polifonica classica alla musica moderna e popolare.
Dal 2013 si esibisce durante il tradizionale Concerto di Natale, organizzato nel teatro cittadino "Francesco Cilea".
Nel 2014 e nel 2015 si è esibito, insieme al Coro Polifonico Università della Calabria, in due eventi organizzati dagli Atenei Calabresi, rispettivamente nel Teatro Auditorium dell'Università della Calabria e nell'Atelier di Architettura dell'Università Mediterranea.
Dal 2014 partecipa alle Rassegne di Cori e Orchestre Universitari organizzate dagli Atenei italiani: le edizioni 2015 e 2016 di "UNInCANTO" dell'Università di Urbino, il "1° Simposio Internazionale University Choirs and Orchestras" dell'Università di Bolzano e Bressanone nel 2015, il "1° Festival pisano dei cori e delle orchestre delle Università" nel 2016 a Pisa.
Dalla sua costituzione il Coro è diretto dal M° Carmen Cantarella.
http://www.coropolifonico.unirc.it/

Pull

I Pull sono una band di Reggio Calabria composta da Andrea Cosentino (voce e basso), Amedeo Lasco (chitarra) e Francesco Maria Parisi (batteria). La loro musica è una fresca ed energica miscela degli stilemi del pop-rock britannico delle migliori annate(dagli anni '70 ai '90), con melodie accattivanti cantate in inglese che catturano al primo ascolto. La musica dei PULL rimanda agli anni d'oro del pop britannico ma con un'attualità e una freschezza decisamente contemporanee. Più che ventennale è l'esperienza dei 3 musicisti, che scelgono forse non a caso questo momento storico per dar vita a una musica che si esprime al meglio nelle performance dal vivo. Nel dicembre 2016, ad un anno dalla formazione, il trio pubblica il singolo Recognize me, che dà il titolo all'omonimo EP.
Archinué

"Archinué" è una parola del siciliano antico (letteralmente "Arco di Noè") che indica l'arcobaleno. Propongono una miscela musicale che unisce i suoni tradizionali e popolari dell'area mediterranea con una base folk-cantautorale. Testi originali e ispirati o tratti da opere di autori come Sciascia e Cervantes.
Vincitori di Sanremo Giovani (novembre 2001) con "Lo Sfratto di Tarzan"; Premio della Critica e Premio "Sala stampa Radio TV" con il brano "La Marcia dei Santi" (2002) al Festival di Sanremo 2002; Il primo lavoro discografico, un cd dal titolo "Oltremare" raccoglie, insieme alla scanzonata "La Marcia dei Santi", quattordici brani, frutto di dieci anni di esperienze, di emozioni, di sogni, di incontri fatti durante la lunga ma piacevole gavetta (distribuzione: Sony Music).
La naturale "escalation", che ha visto Archinué protagonista di manifestazioni e programmi televisivi quali Sanremo Famosi, Sanremo Giovani, Festival di Sanremo, Domenica In, Sanremo Top, I Fatti Vostri, Un Disco per l'Estate nella sezione Big e tournee estive a fianco di musicisti come Biagio Antonacci e Bill Wyman (tour 2002) fino alle ultime collaborazioni con il grande Solomon Burke (in Sognando Las Vegas), ha portato al gruppo molteplici riconoscimenti da parte degli addetti ai lavori e del grande pubblico.
Nel 2006 esce sui network nazionali il nuovo singolo discografico "RADIOFONICO", cantata con Nino Frassica.
A marzo del 2009 esce il nuovo album firmato Archinué' "L'Uscita dell'Uomo dalla Tangenziale" (11 tracce), che vede la collaborazione di Nino Frassica e Naike Rivelli, e contemporaneamente partecipa alla X° edizione del Festival della canzone Siciliana nel cui ambito viene assegnato il Premio della critica per il miglior testo con il brano "Dulcinea" ispirato al Don Chisciotte di Cervantes.
Ad agosto 2014 esce sui network nazionali l'EP "Tutto l'Oro del Mondo" un cd contenente due inediti, il brano omonimo e la ballata "Semmai Sarà".
Ad aprile 2016 esce il nuovo CD "Biancaneve non vuole svegliarsi".
Ad agosto 2017 viene pubblicato il video di un nuovo brano inedito, "Corteo", che anticipa il nuovo disco.
Ad aprile 2018 il brano "Sono un supereroe", colonna sonora del film corto omonimo, vince il Premio Speciale Catania Film Fest Gold Elaphant World come migliore colonna sonora.
Archinué vanta, oltre che la sempre presente figura dell'eclettico cantante Francesco Sciacca che è anche autore e compositore, anche collaborazioni con altri musicisti ed artisti.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.myspace.com/archinue
www.archinue.com
https://www.facebook.com/pages/Archinu%C3%A9/439253016162567?ref=hl
https://www.youtube.com/channel/UCUX1KTSVfuirHZCooOur_Bw
Glorius Vocal Quartet

Inconsueto ensemble al femminile che spazia dal jazz al pop, con la cura delle sonorità vocali e degli arrangiamenti arricchite dalla loro eclettica sicilianità
Vincitrici del Premio d'Onore al Concours International Léopold Bellan/categoria Gruppi vocali.
Coriste di Alessandro Mannarino nel brano Arca di Noè dall'album Apriti cielo pubblicato a gennaio 2017 (produzione artistica Tony Canto per Universal music).
Coriste del tributo a Modugno con Antonella Ruggiero e l'orchestra da camera Sinfonietta, diretto dal M° Domenico Riina.
Supporters di Paolo Belli & Big Band nella tappa di Brattirò (VV), sono il coro di Look over, singolo della poliedrica musicista Maria Fausta Rizzo contenuto in Million faces.
Coriste dello spettacolo di Enrico Montesano "Omaggio a Trovaioli", con l'orchestra del Teatro Vittorio Emanuele, diretto dal M° Roberto Molinelli, per la stagione 2015/'16 dell' E.A.R. di Messina e del Teatro Politeama di Catanzaro.
Le Glorius nel 2016 si classificano finaliste al Festival internazionale Solevoci di Varese e ai quarti di finale (su 1800 partecipanti) al TIM Torneo Internazionale di Musica tenutosi al Conservatorio di Torino.
Si classificano al II posto alla Manifestazione Lucca Jazz Donna 2014.
Partecipano a varie manifestazioni in Italia, tra le altre: gli eventi del circuito Teatro Pubblico Pugliese; il Villaggio Intercultura Palermo 2017; il Glorius Secret show con Aldo Perris (Direttore musicale RAI) special guest al basso e nel 2016 a Primavera dei Teatri il Festival dei nuovi linguaggi della scena Contemporanea. Applauditissime al concerto del Progetto MORE 2014 di Scena Verticale presso il Teatro Morelli di Cosenza, al Feltrinelli point di Messina, alla Rassegna OFFinJazz Messina 2013 e all'annuale appuntamento presso l'Associazione Il Giardino delle idee (PA). Nel dicembre 2013 sono state scelte dal M° Giovanni Mazzarino come gruppo supporter per il concerto della star mondiale del Gospel Bridgette Campbell nel suo Gospel Spirit of Christmas.
Il loro voice-playing si sviluppa grazie agli studi con i M°: Rosalba Bentivoglio, Clare Wheeler (Swingle singers), Maria Pia De Vito, Paola Folli; Mark Murphy per lo Scat; Ciro Caravano (Neri per caso) per l'a cappella; Francesco Pisano per l'armonia jazz; Massimo Moriconi per la musica d'insieme; Ciro Paduano e Giorgio Rizzo per la Body Percussion.
Il quartetto è composto da:
Agnese Carrubba, voce/pianoforte/percussioni
Cecilia Foti, voce
Federica D'Andrea, voce
Mariachiara Millimaggi voce/pianoforte/percussioni
https://www.youtube.com/watch?v=aZxS3HJJDAQ
https://www.youtube.com/watch?v=fTkr7Q_cg84

Mattanza

L'unico gruppo che vive a cavallo dello Stretto di Messina, l'unico gruppo che canta in dialetto calabrese e siciliano ma parla tutte le lingue del mondo. Un collettivo di sette artisti che ha realizzato l'unico Ponte possibile fra le due sponde, quello musicale; ma ha anche realizzato 5 dischi e tournée in tutta Europa con il proprio suono ricco di strumenti tradizionali e modernità mediterranea.
I Mattanza sono:
Emiliano Laganà, batteria, marimba, percussioni
Gino Mattiani, tastiera, fisarmonica, fiati, voce
Giacomo Farina, percussioni e rumori
Rosamaria Scopelliti, voce e percussioni
Fabio Moragas, chitarra battente, mandola, voce
Roberto Aricò, basso e contrabbasso elettrico
Mario Lo Cascio, chitarra, lira calabrese, voce
http://www.mattanza.org/

Pasquale Caprì

Showman a 360 gradi, Pasquale Caprì è il simbolo della comicità e dell'entertainment reggini. Le sue imitazioni di personaggi locali e nazionali, reali e inventati, spopolano sui social con milioni di visualizzazioni. Quello più richiesto è sicuramente Sandrino, personaggio che rappresenta lo stereotipo del reggino medio. Altri personaggi: Mimmo Praticò, il dott. Lamberti, il sig. Putortì e Giuseppe Falcomatà.