Fronte del Palco
 

Pubblicato il videoclip di “Our Garden”, primo singolo degli Enjoy the Void

Screen Instagram Our GardenGli Enjoy the Void sono un progetto musicale neonato che ruota attorno alla figura del cantante e compositore reggino Sergio Bertolino.
Diventati una band a tutti gli effetti dall'incontro del cantautore con i musicisti della BAM! di Sapri (SA), gli Enjoy the Void hanno da poco terminato le registrazioni di un primo album omonimo, registrato presso gli studi della BAM! da Giovanni Caruso e masterizzato agli Aemme Recording Studios di Lecco da Salvatore Addeo.
Come primo estratto (che va ad anticipare l'uscita dell'album) è stata scelta "Our Garden", una ballad dai toni malinconici.


«Il disco – spiega Sergio Bertolino – è molto variegato. Ogni canzone, sia in senso musicale che testuale, è un mondo a sé, ha una propria atmosfera e un arrangiamento che si adatta al contenuto, per cui non è stata per niente una scelta facile. La cosa fondamentale era che il primo singolo piacesse a quanta più gente possibile, così ho girato a diverse persone i 5, 6 pezzi che ritenevo adeguati allo scopo e la maggioranza ha consigliato "Our Garden".
Il brano è nato a Torino, nel periodo in cui vivevo lì. Allora ero innamorato di una ragazza. Non lo ero mai stato prima, né avevo mai scritto una canzone d'amore. L'ho composta per lei: e poi avevo voglia di misurarmi con una "ballata amorosa".
Parla di quella fase – la fase iniziale – in cui l'amore è tutto e il resto non conta. È lo stadio "idealizzante" dell'amore: la realtà è quasi messa da parte e si vive in una sorta di universo parallelo dove esiste solo la coppia. Benché s'ispiri a una situazione vissuta direttamente, affronta il tema dell'amore in senso generale. Un discorso che può valere per tutti, un momento che ognuno di noi ha attraversato quando gli è capitato d'innamorarsi. È fondato sull'idea secondo cui l'amore, nella sua accezione più ampia, è l'unica cosa per cui valga la pena di lottare, vivere e morire».
Prodotto da Bam Factory, il videoclip – presentato in anteprima esclusiva sulle pagine del magazine musicale "Sentireascoltare" – è da qualche giorno disponibile su YouTube.
Scritto e diretto da un altro reggino, Pasquale Dipino, filmato e montato da Gianfranco Mandola, il video ha come protagonisti Gemma Conforti e Giovanni Caruso.
Il regista ha così commentato il lavoro: «Non volevamo realizzare il classico videoclip in cui la band finge di suonare, perciò si è pensato a un "corto musicale" che raccontasse l'atmosfera e il contenuto del brano, senza coinvolgere i componenti della band. Nel video sviluppiamo una narrazione a parte, totalmente indipendente. L'idea mi è stata suggerita dal taglio malinconico del pezzo. Ho pensato di riprendere il tema stilnovista della "donna angelo", una figura di donna idealizzata che servisse al protagonista per conquistare un nuovo stato di coscienza, che lo aiutasse a liberarsi dalle paure, dai legacci del passato, da una condizione esistenziale insoddisfacente. Tutto, in sostanza, è una sua "proiezione". Quello che succede non è reale, accade solo nella sua mente».