Fronte del Palco
 

Reggio, fervono i preparativi per "La Traviata" all'Accademia del Tempo Libero

Fervono i preparativi per la messa in scena de "La traviata" all'Accademia del Tempo Libero di Reggio Calabria.
Artisti e staff, tutti al lavoro, popolando l'auditorium Zanotti Bianco, questa mattina, per le prove del maestoso spettacolo che si terrà presso lo stesso auditorium, sabato 7 gennaio 2017, alle ore 20 e 30.
Un vero e proprio evento aperto a tutta la città, per il quale sono rimasti pochissimi biglietti a disposizione. Il botteghino aprirà questo pomeriggio (5 gennaio) e domani (6 gennaio), dalle ore 17 alle 18 e 30 fino all'esaurimento dei titoli d'ingresso.
Così, il capolavoro di Giuseppe Verdi, il più rappresentato al mondo, prende vita in questa location "straordinaria", grazie alla fattiva sinergia tra l'Associazione Culturale Morgana inCanta, che ne ha curato l'allestimento, e l'Accademia del Tempo Libero che, con la Fondazione Febea, ne ha voluto fortemente la realizzazione.
"Questa grandiosa serata nasce dalla splendida sinergia di tre associazioni – sono le parole della Presidente dell'Accademia del Tempo Libero, Silvana Velonà -. Mario De Carlo, registra straordinario, riesce a scovare tutti gli angoli dell'Auditorium per la realizzazione di questa imponente opera. Siamo orgogliosi di dar vita ad un evento di questa portata dedicato, non solo ai nostri soci ma all'intera città. Credo che sia una bella proposta quella di iniziare il nuovo anno e concludere le festività con un'opera lirica come "La traviata".
Dunque, sotto la direzione artistica di Serenella Fraschini, e con la regia di Mario De Carlo, che ne cura anche costumi e scenografie, "Morgana inCanta" da vita a "La traviata" all'Auditorium Zanotti Bianco in un'edizione classica e raffinata, rispettosa della grande tradizione e, al tempo stesso, raccontata con moderna sensibilità, ideando per l'occasione una riscrittura della messinscena, plasmata sulle caratteristiche del palcoscenico del Cipresseto.
Morgana inCanta, con questo evento, si presenta per la prima volta con un titolo d'opera all'attenzione diretta del pubblico reggino, nell'amata città dove l'Associazione è nata, e di cui sono originari i suoi fondatori.
"Si tratta di un format che nasce su altri palcoscenici – ha spiegato Mario De Carlo -, la sfida, che ci piace tanto, è stata portarla qui allo Zanotti Bianco che non nasce come spazio da teatro d'opera ma che il 7 gennaio diventerà un autentico palcoscenico operistico. La struttura ci consente di salvare integralmente tutta "La traviata", dalla prima all'ultima nota, non vi sarà, infatti, alcun intervento di riduzione e avremo persino il Coro Francesco Cilea. Ho rivisitato la regia originaria per questo palcoscenico – prosegue il regista - conservando intatte tutte le dinamiche fra i personaggi. Stiamo facendo un buon lavoro e sono orgoglioso della sinergia spontanea tra queste 3 componenti. Morgana inCanta ha prodotto lo spettacolo e tutto l'allestimento, mettendo assieme un cast di giovani, anagraficamente parlando, artisti credibili nei rispettivi ruoli, che hanno già iniziato un percorso professionale autonomo.

Queste tre associazioni rappresentano delle forze sul territorio che lavorano nella certezza che la cultura sia l'unico sistema di progresso e di riscatto".
Il cast è composto sia da giovani artisti che hanno forgiato la loro preparazione sui banchi del Laboratorio e hanno già intrapreso con successo un percorso artistico autonomo (Carmen Cardile magnifica Violetta, Annalisa Cappelleri esuberante Flora, Chiara Marino delicata Annina, Gianluca Marino trascinante Visconte di Letorieres, solo per citarne alcuni) sia da professionisti, sempre giovani ma con un curriculum solido e un'esperienza consolidata che danno ulteriore lustro al cartellone della serata: Denys Pivnitskyi, giovane cantante ucraino (che attualmente si perfeziona a Milano con il grande tenore Nicola Martinucci), dalla voce tenorile sicura e squillante e dal bell'aspetto che lo rende un Alfredo finalmente credibile; e Luca Bruno, artista completo, fine musicista e baritono dalla bella voce ricca di armonici, il cui percorso artistico lo ha visto di recente sostituire il grande Roberto Scandiuzzi al Teatro San Carlo di Napoli.
L'ensamble orchestrale, misurato sulle esigenze logistiche dell'Auditorium, vede la presenza al pianoforte di Alessandro Praticò, altro giovane talento reggino che ha già spiccato il volo verso i più rinomati templi dell'opera, e di Pasquale Faucitano, la cui sola presenza dà garanzia di alta professionalità all'evento. 'Ciliegina sulla torta' la presenza magistrale del Coro Lirico Francesco Cilea.