Fronte del Palco
 
 
 
 

A Reggio "Blue musical notes, concerto per l'autismo''

Nella splendida cornice di Palazzo Corrado Alvaro, sede della Provincia di Reggio Calabria, le Associazioni A.S.D. "Intorno a Me 1000 Colori" e l' Orchestra Giovanile dello Stretto "Vincenzo Leotta" hanno organizzato l'evento ''Blue musical notes, concerto per l'autismo''.
L'A.S.D. "Intorno a Me 1000 Colori", fondata dalla Dottoressa Anna Maria Arena, promuove una serie di progetti indirizzati principalmente all'integrazione sociale di soggetti aventi difficoltà relazionali, cognitive, comportamentali. Da due anni l' A.S.D. "Intorno a Me 1000 Colori" è direttamente impegnata per offrire alle persone con "bisogni speciali" migliori condizioni di vita costruendo programmi educativi e di gioco/sport individualizzati al fine di aumentare l'autostima del soggetto e promuovere l'integrazione sociale. Il progetto musica si prefigge l'obiettivo di inserire bambini e ragazzi con disabilità all'interno di un'orchestra musicale di normodotati.
Sulla base di questi presupposti nasce la collaborazione con l'Associazione Culturale Orchestra Giovanile dello Stretto "Vincenzo Leotta" diretta del Maestro Alessandro Monorchio. L'orchestra è un grande laboratorio di formazione per i giovani musicisti, basato sul valore sociale della musica come strumento della formazione dell'individuo e fondamento della cultura. Nata per offrire l'opportunità a ragazzi privi di istruzione musicale di fare musica d'insieme per esaltarne il valore aggregativo, utile alla prevenzione e al superamento di molte forme di disagio. Per questi motivi è stata la prima Orchestra in Calabria ad essere riconosciuta come "nucleo" aderente al Sistema Abreu.
Le due Associazioni, proporranno nei prossimi mesi un corso sperimentale di coro integrato, nato per soddisfare le numerose richieste di accoglienza e integrazione, nelle attività musicali dell'Orchestra, di bambini e ragazzi disabili. Ispirati dall'esperienza venezuelana delle "Manos Blancas" (Mani Bianche), così definiti poiché "segnano" con le mani una coreografia gestuale ispirata alla lingua italiana dei segni, il corso, credendo nella potenza formativa e sociale della musica, coinvolge bambini e ragazzi con disabilità al fine di insegnare loro l'arte del canto e dell'utilizzo di uno strumento musicale, attività utili per la promozione di autonomie e l'inserimento sociale. Il progetto "Coro delle Mani Bianche" si propone il riscatto sociale e intellettuale dei bambini e dei ragazzi attraverso la musica. Un programma che prevede la suddivisione in due aree: quella gestuale, formata principalmente da bambini e giovani con deficit uditivi, i quali utilizzano i guanti bianchi o colorati a seconda dell'opera che interpretano e quella vocale, formata da bambini e giovani con handicap visivi e cognitivi, con difficoltà motorie, dell'apprendimento e autismo; partecipano anche ragazzi senza alcun tipo di deficit all'insegna della piena integrazione e dell'armonia di cui è veicolo la musica stessa.


Studiare il linguaggio musicale e poter entrare a far parte di un'orchestra vuol dire apprendere nuove modalità di comunicazione, prospettive per il futuro, amore per la vita e fiducia nelle proprie capacità.

Notizie Flash

quadrante amaranto 185x80px