Dossier
 

“Vi siete mai chiesti perché a Reggio Calabria, 200mila abitanti, c’è una sola Sala Bingo?”

reggiocalabria alto500di Claudio Cordova - Era proprio il sottostante interesse societario dei Tegano che rendeva ineludibile il monopolio, in tale lucroso settore, della sala Bingo di Archi, atteso che nessun altro imprenditore – in assenza del nulla osta del potente sodalizio mafioso – osava avviare analoghe attività commerciali in altre aree della città. La riflessione arriva dal collaboratore di giustizia Mario Gennaro, per anni uomo delle cosche di Archi e assai ben inserito nel mondo del gioco d'azzardo, essendosi pentito dopo il coinvolgimento nell'inchiesta "Gambling". Ecco cosa dice Gennaro ai pm della Dda di Reggio Calabria: "...non so se voi vi siete mai chiesti, perché a Reggio Calabria esiste un Bingo solo, forse non se l'è chiesto mai nessuno questo qua (...) come le ho detto non è normale che nella città di Reggio Calabria non ci siano altri Bingo, in una città di 200 mila abitanti, non è normale, se lei guarda anche in altri posti, in altre Regioni".

Il Bingo di Archi era il bancomat dei Tegano e, quindi, nessun altro poteva nemmeno pensare di duplicare un'esperienza del genere.

Al riguardo Gennaro aggiunge un particolare relativo ad un rilevante episodio che gli era stato confidato da un imprenditore del settore dei giochi della Piana di Gioia Tauro. Quest'ultimo era intenzionato ad avviare un'altra sala Bingo a Reggio Calabria. Avendo sondato la disponibilità della 'ndrangheta reggina ad autorizzare l'apertura di tale attività commerciale, [OMISSIS] aveva ottenuto il permesso di operare commercialmente solo nel quartiere Gebbione, essendo le altre zone off-limits proprio per la presenza dei Tegano quali soci occulti di Surace, fermato oggi nell'ambito dell'inchiesta "Monopoli" eseguita dai Carabinieri: "...Me lo disse anche [OMISSIS], infatti lui per aprire questo Bingo, l'unica zona dove poteva aprire era, questo lo so dettomi da [OMISSIS], era il Gebbione, perché questo Gebbione venne considerato come il San Marino d'Italia e dice: "Mario", mi raccontò [OMISSIS], "'sto Bingo a Riggiu non vannu iapriti, perché c'è quell'altro, quindi voglio dire, uno più uno, per me già so di chi è, non perché...", Perché Michele Surace in se stesso, perché sennò non si poteva aprire? Non c'era un motivo".

Il Gebbione è un territorio a sud della città di Reggio Calabria storicamente sotto l'influenza ed il controllo mafioso degli esponenti della cosca Labate, che Mario Gennaro indica come la "San Marino d'Italia". Questa definizione – piuttosto efficace - sta ad indicare la particolare autonomia di cui gode la famiglia Labate, rispetto alle altre articolazioni della 'ndrangheta cittadina, e la florida economia del quartiere (particolarmente ricco di attività commerciali) incentivata dalle scelte della cosca.

Stando al racconto di Gennaro, l'imprenditore della Piana di Gioia Tauro avrebbe infine desistito, in quanto – rivoltosi ai Labate – aveva verificato che le loro richieste erano particolarmente esose, sì da rendere l'investimento imprenditoriale poco redditizio. Inutile precisare che l'imprenditore in questione, che aveva solcato canali piuttosto torbidi, si guarderà bene dal denunciare l'accaduto. Ecco le dichiarazioni messe a verbale il 10 dicembre 2015 dal collaboratore di giustizia:

...omissis...

MARIO GENNARO: Ma io vorrei spiegarvi un'altra cosa, cioè vorrei concentrarmi un attimo su Michele Surace.

DR.STEFANO MUSOLINO (PM): Sì.

MARIO GENNARO: Perché io adesso non so da quanti anni è che c'è questo Bingo a Reggio Calabria, sinceramente, ho pensato di ricordarmi, ma sarà tantissimi anni che c'è questo Bingo, ed io non so se voi vi siete mai chiesti, perché a Reggio Calabria esiste un Bingo solo, forse non se l'è chiesto mai nessuno questo qua.

...omissis...

MARIO GENNARO: ...di tanti anni, io ho detto, non mi ricordo da quando c'è questo Bingo, comunque sono tanti anni. ...omissis... Franco... queste sono cose che mi disse Franco e la stessa cosa che mi disse fu per quanto riguardava il Bingo, cioè Franco mi disse che il Bingo era 50% di Michele...

DR.STEFANO MUSOLINO (PM): e Andrea...

...omissis...

MARIO GENNARO: Ma io vorrei spiegarvi un'altra cosa, cioè vorrei concentrarmi un attimo su Michele Surace.

DR.STEFANO MUSOLINO (PM): Sì.

MARIO GENNARO: Perché io adesso non so da quanti anni è che c'è questo Bingo a Reggio Calabria, sinceramente, ho pensato di ricordarmi, ma sarà tantissimi anni che c'è questo Bingo, ed io non so se voi vi siete mai chiesti, perché a Reggio Calabria esiste un Bingo solo, forse non se l'è chiesto mai nessuno questo qua.

...omissis...

MARIO GENNARO: ...di tanti anni, io ho detto, non mi ricordo da quando c'è questo Bingo, comunque sono tanti anni. ...omissis... Franco... queste sono cose che mi disse Franco e la stessa cosa che mi disse fu per quanto riguardava il Bingo, cioè Franco mi disse che il Bingo era 50% di Michele...

DR.STEFANO MUSOLINO (PM): e Andrea...

DR.STEFANO MUSOLINO (PM): Benestare?

MARIO GENNARO: Esatto, che si doveva occupare di queste cose ecco perché Michele si rapportava sempre con Franco, a parte per fare business ma anche per questa questione di 'sto Bingo, ecco perché io sono certo che il Bingo fosse di Giovanni Tegano, perché ricordo gli episodi, anche di soldi, dati da Michele o a Franco o tramite me, ora non mi ricordo preciso, per lo zio Giovanni ecco perché io ne sono certo di questa cosa.

DR.STEFANO MUSOLINO (PM): Sì

MARIO GENNARO: Ok? Non è che ho dubbi ...omissis... per me non c'è dubbio che Michele Surace fosse un personaggio all'interno della cosca Tegano in società con Giovanni Tegano, ma le dirò di più, in merito al Bingo: come le ho detto non è normale che nella città di Reggio Calabria non ci siano altri Bingo, in una città di 200 mila abitanti, non è normale, se lei guarda anche in altri posti, in altre Regioni, fate un'indagine e guardate ne troverete anche a distanza di 30-40 milaabitanti, più Bingo, questo proprio perché, perché essendo il Bingo di Giovanni Tegano, non so sinceramente chi, comunque questo è un pensiero mio, ovviamente non è che me lo hanno detto però...

DR.STEFANO MUSOLINO (PM): L'ha dedotto, diciamo...

MARIO GENNARO: ...l'ho dedotto, anche su una circostanza di una persona che si chiama [OMISSIS] che voleva aprire un Bingo, che nella città di Reggio Calabria, Bingo non ne poteva aprire nessuno, proprio perché

DR.STEFANO MUSOLINO (PM): Questo glielo disse anche [OMISSIS]?

MARIO GENNARO: Me lo disse anche [OMISSIS] infatti lui per aprire questo Bingo, l'unica zona dove poteva aprire era, questo lo so dettomi da [OMISSIS], era il Gebbione, perché questo Gebbione venne considerato come il San Marino d'Italia e dice: "Mario", mi raccontò [OMISSIS], "'sto Bingo a Riggiu non vannu iapriti, perché c'è quell'altro, quindi voglio dire, uno più uno, per me già so di chi è, non perché...", Perché Michele Surace in se stesso, perché sennò non si poteva aprire? Non c'era un motivo.

DR.STEFANO MUSOLINO (PM): Va beh ma lei sapeva qualcosa.

MARIO GENNARO: lo sapevo... ecco dice: "devo andare praticamente ad aprirlo a Gebbione quindi (Inc.) ci sono andato" non so con chi ha parlato se con Pietro Labate o Michele Labate,comunque con chi c'era fuori

DR.STEFANO MUSOLINO (PM): Anno questo?

MARIO GENNARO: Ma sarà stato dal 2011... 2011-2012.

DR.STEFANO MUSOLINO (PM): Sì.

MARIO GENNARO: II periodo... forse anche 2010, il periodo in cui c'era quella sala a piazza Duomo che gli attrezzai con il .it e lui con le slot.

DR.STEFANO MUSOLINO (PM): Sì, sì. Ok. (Inc.) sì.

MARIO GENNARO: Perché Alberto ha cercato più volte di entrare con le slot a Reggio, però non sempre ci riusciva e mi raccontò 'sto fatto, dice: "Supra i corna i bastunati... mi dissiru chi l'ai apriri" che lo posso aprire l'unicu postu unni u possu apriri è u Gebbiuni, dicia sai chi mi circaru u 50% (Inc.) e che fazzu spendu i soddi, fazzu tuttu l'investimentu io apru a sala epoi ci dugnu u 50%, io non lo apro" infatti mi risulta che non l'abbia aperto, so che aveva trovato anche i locali, se non ricordo male, quindi ecco perché io vi dico con certezza che per me Michele Surace non è uno che paga qualcosa, per me è uno che... cioè, per come l'ho conosciuto io, negli anni è stato un personaggio di...