Cultura
 

Pizzo (VV), sabato la presentazione del libro "La Collina d'oro" di Marco Ciconte

Inizia con la partecipazione di Marco Ciconte che presenterà il suo ultimo libro, "La collina d'oro", la breve kermesse letteraria, curata dai ragazzi del liceo statale Vito Capialbi.

Il progetto PON denominato 'PONiamoci in gioco' nasce dalla collaborazione tra la società cooperativa Kairos e l'associazione Sonika e il Liceo Vito Capialbi di Vibo Valentia.

Attraverso questo progetto i ragazzi si sono posti lo scopo di promuove al meglio il territorio e diffondere cultura realizzando eventi con ampia partecipazione. Durante l'evento avranno luogo delle esibizioni dei ragazzi e ragazze del liceo che allieteranno la presentazione con performance canore e non solo. Quello del 23 Marzo sarà la prima di una coppia di eventi con protagonisti i libri e i ragazzi.
L'anima che muove il progetto 'PONiamoci in gioco' è semplice: diffondere la cultura arricchisce le comunità e forma cittadini consapevoli e mette le basi per un futuro di cambiamento!

L'evento si inserisce quindi all'interno di un progetto PON che si declina quest'anno in un percorso di Alternanza Scuola\Lavoro che il liceo sta condividendo con la cooperativa Kairos, l'associazione Sonica e la scuola di musica Massimo Russo.

I tutor delle imprese che accolgono sono Nancy Valente per la Cooperativa Kairos e Matteo Puzzello per l'associazione Sonica.

I tutor scolastici sono la professoressa Anna Crupi, la professoressa Sara Di Leo e il prof. Antonio Calabria.

Durante la prima iniziativa l'autore del libro Marco Ciconte converserà con il prof. Salvatore Rizzo. Il romanzo "La collina d'oro" racconta dell'epopea di una famiglia di contadini calabresi degli inizi del '900 che cercano di scrollarsi di dosso secoli di atavica miseria. Le prime lotte sindacali, l'avvento del fascismo, due guerre mondiali, il boom economico e la crisi, la rassegnazione e la speranza degli emigranti, l'amore per la terra e la speculazione edilizia... Il tutto visto attraverso gli occhi, tristi ma pieni di poesia, di uomini e donne pronti a lottare ogni giorno per un futuro migliore, che quanto più si avvicina, tanto più pare allontanarsi: proprio come il mito della "collina d'oro".